25 consigli per sfidare la morte in Nioh, il fantastico gioco d’azione di Team Ninja per PS4

6 0
25 consigli per sfidare la morte in Nioh, il fantastico gioco d’azione di Team Ninja per PS4

Preparatevi all'uscita di domani con la nostra esaustiva guida alla sopravvivenza

Domani, l’epico titolo d’azione di Team Ninja arriverà su PS4. Fan d BloodborneNinja Gaiden non fatevi sfuggire questo impegnativo GDR d’azione che vi metterà di fronte a orde di samurai, assassini e demoniaci Yokai. Guardate il trailer qui sotto.

In occasione dell’uscita del gioco, il team PlayStation ha preparato degli utili consigli per iniziare con il piede giusto. Continuate a leggere per scoprirli e se già state giocando aggiungete i vostri consigli nei commenti più in basso!

Combattimento

  1. Accettate la morte. Nel gioco morirete: non è un problema, succede a tutti. Se non riuscite a procedere, provate a esplorare un’altra area. Con il tempo riuscirete a salire di livello, diventare più forti e andare oltre.
  2. Non fate il passo più lungo della gamba. Affrontare più nemici in contemporanea è possibile ma rischioso. Se continuate a morire sopraffatti da più nemici, provate a separarli attirandoli uno alla volta con rocce o frecce.
  3. La prudenza è un’ottima arma. In Nioh incontrerete molti nemici di pattuglia. Con un po’ di pianificazione e cautela, potreste evitare scontri superflui.
  4. Fate pratica con le posizioni di combattimento. Ogni arma può essere usata assumendo tre posizioni: alta, media e bassa. Alcune posizioni sono più utili di altre in determinati frangenti. Provate ad assumere una posizione alta e potente per portare il primo colpo, poi passate ad attacchi più veloci portati da posizione media o bassa per incalzare il nemico.
  5. Usate la posizione adatta allo scontro. I colpi caricati da posizione alta richiedono più tempo e fanno più danni. Contro i nemici veloci è meglio assumere una posizione media o bassa.
  6. Provate varie armi. È normale investire in un’arma di proprio gradimento, ma non trascurate le altre, specialmente quella assegnata allo slot di cambio rapido. Armi diverse sono adatte a situazioni diverse, a seconda del nemico e dell’ambiente circostante.
  7. La katana è una buona scelta per i principianti. Team Ninja consiglia di cominciare con una katana, che offre un buon equilibrio tra attacco e difesa. Per sfruttarla al meglio, abituatevi a cambiare velocemente posizione durante gli attacchi.
  8. Nioh

  9. Agganciate il nemico. In combattimento è buona regola agganciare il bersaglio premendo R3. Così facendo potrete vedere anche i suoi indicatori di salute e Ki, informazioni utili su cui modellare la vostra strategia.
  10. Imparate a schivare. Premete il tasto X per schivare gli attacchi. È una tecnica particolarmente importante contro i colpi caricati, che sono devastanti per il vostro indicatore del Ki anche se parati.
  11. Sfruttate gli Spiriti Guardiani, dei compagni che possono sbloccare bonus o aiutarvi in altri modi. Gli Spiriti Guardiani possono anche attivare le Armi Viventi, potenti attacchi che si possono eseguire premendo il tasto triangolo e il tasto cerchio quando l’indicatore nell’angolo superiore sinistro lampeggia.
  12. Parate gli attacchi! Parare è fondamentale per sopravvivere: tenete premuto L1 per difendervi dai colpi nemici, ma ricordate che il Ki si rigenera più lentamente quando siete in difesa e che ogni attacco parato riduce il Ki.
  13. Muovetevi in modo fluido. Avanzare aggressivamente per colpire e poi schivare all’indietro è un’ottima tecnica. Fate attenzione all’ambiente circostante e agite con calma negli scontri con più nemici.
  14. Dominate il Ritmo Ki. Il Ki è la risorsa alla base di attacchi, schivate e tecniche difensive, ma anche il segreto della tecnica del Ritmo Ki, fondamentale contro gli Yokai. Per trovare il vostro Ritmo Ki dovete seguire due elementi: l’indicatore del Ki e le sfere blu attorno a William. Quando la sezione vuota dell’indicatore Ki si riempie di blu, premete R1 per attivare il Ritmo Ki. In alternativa, aspettate che il Ki blu attorno a voi raggiunga il suo apice. Provate varie combinazioni per trovare il ritmo più adatto a voi.
  15. Come affrontare gli Yokai. Gli Yokai, i pericolosi nemici demoniaci di Nioh, emettono un’aura chiamata “oltretomba” che rallenta la rigenerazione del vostro Ki e vi rende più vulnerabili agli attacchi. Quando vi trovate all’interno dell’aura, attivate il Ritmo Ki per purificarvi e rispedire il vostro nemico nell’aldilà.
  16. Le prese sono utili. Quando il Ki del vostro nemico è esaurito, l’indicatore del bersaglio diventa rosso. A questo punto premete il tasto triangolo per eseguire una potente presa che infligge danni ingenti.
  17. Quando attaccate da lontano, mirate alla testa. Se un gruppo di nemici non si accorge di voi, mirate con calma e mettete a segno un colpo alla testa. Se il colpo fa cadere l’elmetto del nemico, provate a colpire di nuovo la testa per infliggere danni devastanti.
  18. NiohNioh

     

    Altri consigli

  19. I segreti delle pietre-spirito. Le pietre-spirito non servono solo ad aumentare gli Amrita (la valuta del gioco), ma anche a caricare il vostro Spirito Guardiano. Non affrontate i boss da soli!
  20. Rispettate l’ambiente. Il mondo di Nioh è pieno di pericoli mortali, ma anche di opportunità. Prestate attenzione per coglierle sui molti sentieri che si snodano di fronte a voi. Alcune cose potrebbero aiutarvi in modi inaspettati.
  21. I soldati corazzati sono pericolosi, ma la ricompensa per chi li sconfigge è alta. I giocatori alle prime armi farebbero bene a evitare questi letali soldati, che solitamente non si trovano sui sentieri più battuti. Provate ad affrontarli dopo aver padroneggiato lo stile di gioco di Nioh: battendoli otterrete equipaggiamento d’alto livello e sbloccherete delle scorciatoie.
  22. Attenti ai Redivivi. Gli spiriti di chi è caduto prima di voi possiedono ottime ricompense, come le tazze Ochoko per evocare altri giocatori nelle partite online e, in alcuni casi, equipaggiamento viola d’alto livello. Fate attenzione: questi combattimenti opzionali sono estremamente difficili.
  23. Nioh

  24. Pregate per ottenere elisir. Gli elisir ripristinano parzialmente la vostra salute. Se li esaurite prima dello scontro con un boss, tornate al santuario più vicino per ottenerne automaticamente uno! Ricordate che i nemici sconfitti risorgeranno: avrete bisogno di un po’ di fortuna per tornare dal boss tutti interi…
  25. Lo spirito è un attributo importante, anche per i personaggi basati sulla forza. Lo spirito determina il vostro potere magico, ma anche il legame con il vostro Spirito Guardiano e la potenza dell’Arma Vivente. Il bonus passivo derivante da un forte legame con lo Spirito Guardiano è utilissimo: sfruttatelo!
  26. Per ottenere un vantaggio, aiutate i Kodama. I Kodama sono PNG piccoli e carini. Se riuscirete a riportarli a un santuario nelle vicinanze, vi offriranno una potente benedizione che aumenterà la frequenza di recupero di diversi oggetti per un certo periodo. Queste benedizioni possono fare la differenza durante alcune missioni, quindi sfruttatele spesso.
  27. Sacrificare un’arma per l’Affinità d’anima può essere la scelta migliore. Consumare un’arma potente per migliorarne una meno forte ma con una buona base di partenza può essere molto utile, specialmente contro i nemici elementali.
  28. A volte fare una pausa è la cosa migliore. Capita a tutti di farsi sopraffare dalla frustrazione e agire in maniera avventata durante uno scontro difficile. Esplorare un’altra area o fare una pausa può aiutarvi a valutare lo scontro da un’altra prospettiva.

I commenti sono chiusi.

6 Commenti

  • Sarà tosto quanto la serie dei Souls? Le premesse ci sono, idem le forti assonanze con le meccaniche che hanno fatto la fortuna di From Software.

    • Yakiro_Matsui

      Ho giocato solo a Bloodborne e provato la demo di Nioh ma l’ idea che mi dà è che questo sia molto più difficile sia coi mostri normali che coi boss.
      Con bloodborne almeno quando imparavi ad avanzare piano e ad attirare un nemico alla volta non morivi quasi più mentre nella demo morivo che è un piacere anche perchè se scappavi i nemici ti inseguivano per tutta la mappa mentre in bloodborne che ricordi non ti seguono per troppo tempo.
      Però su questo aspetto forse dalla demo al gioco normale hanno cambiato l’ aggressività dei mostri.

    • Urca, un gioco così non farebbe proprio per me. Mi metterebbe addosso troppa apprensione.
      Per gli hardcore gamers però Nioh mi sa che è in grado di dare tante soddisfazioni oltre ad un livello di sfida pazzesco.

  • onestamente a me ha deluso un po. E’ un souls game misto ai vecchi giochi di anni fa, quando c’erano ancora gli stages. Dark souls e’ bello perche’ oltre ad essere spietato, lo e’ anche a livello di impatto. Hai il tuo personaggio e devi capire tutto da solo in un modo che e’ quasi open world. Nioh invece ha i suoi livelli, ne finisci uno e sei “salvo”, si parla un sacco, gli alleati ti aiutano. Insomma una sorta di Ninja gaiden dark souls, un po troppo “giocattoloso”. Ad ogni modo… io vi ho lavorato 😀

    • Quindi stai contraddicendo le sensazioni di Yakiro? Forse dipende dall’esperienza precedente di ognuno… comunque a me sarebbe piaciuto di più se fosse stato maggiormente simile ad Onimusha a livello di meccaniche. Più action, meno RPG insomma.

    • @FoliPSN Beh potrei anche sbagliarmi visto che alla fine ho giocato solo Bloodborne, la demo non l’ ho approfondita, ma leggendo in giro anche solo la dem era difficile da finire XD.

      Beh comunque appoggio l’ idea di un nuovo Onimusha ma mi piacerebbe anche una remaster HD dei primi capitoli perchè ho giocato solo il primo anche se quando lo ripresi in mano anni dopo i controlli erano davvero orribili (in stile Resident Evil 1).