8 motivi per considerare il GDR a turni Earthlock: Festival of Magic molto più di un omaggio ai classici del genere

1 0
8 motivi per considerare il GDR a turni Earthlock: Festival of Magic molto più di un omaggio ai classici del genere

Lo studio norvegese Snowcastle Games parla dello sviluppo del suo titolo, in uscita questo mese

Earthlock: Festival of Magic è un GDR a turni in uscita il 20 gennaio per PlayStation 4. Le meccaniche del gioco sono ispirate ai classici del genere, ma il suo stile è moderno, in linea con le tendenze del momento. Il capo grafico di Snowcastle Games Fredrik Dahl ci parla del perfetto bilanciamento tra vecchio e nuovo che rende Earthlock una proposta interessante per i fan dei GDR.

1.È sviluppato da fan di GDR per i fan di GDR:

“Quando ci siamo riuniti dopo aver concluso la nostra produzione precedente (la storia interattiva per bambini Hogworld: Gnart’s Adventure), ci siamo subito resi conto di essere accomunati da una passione per i GDR a turni. Quando abbiamo iniziato a sviluppare Earthlock, sentivamo la mancanza di titoli di questo genere e abbiamo pensato che la stessa cosa valesse per molte altre persone come noi, cresciute a pane e GDR. Abbiamo modificato però la vecchia ricetta, in modo da creare un titolo divertente da giocare ai giorni nostri.”

TITLE2.Per sopravvivere serve strategia, non azioni ripetitive:

“Tutti sanno che i classici GDR a turni possono talvolta richiedere l’esecuzione ripetitiva delle stesse azioni, per esempio per salire di livello in modo da prepararsi allo scontro con un boss. Abbiamo cercato di limitare questo aspetto concentrandoci su un approccio più tattico. In Earthlock i boss si sconfiggono con la strategia, scegliendo la squadra e le abilità giuste. Spesso il motivo di una sconfitta è un errore nella scelta dei membri del gruppo

3.Come in tutti i grandi GDR, le relazioni tra i personaggi sono importanti:

“Il legame tra due personaggi si rafforza di battaglia in battaglia, permettendo di sbloccare talenti e abilità passive uniche per quella coppia. Perciò, oltre alla scelta delle abilità, lo sviluppo del legame tra due personaggi del gruppo è un ottimo modo per personalizzare lo stile di combattimento, a seconda del tipo di nemico che il giocatore dovrà affrontare.”

TITLE4.Si possono scegliere le abilità del proprio personaggio in qualsiasi momento…:

“I personaggi hanno abilità uniche che possono essere scelte in qualsiasi momento del gioco, dando ai giocatori la possibilità di modificare la propria strategia a seconda del nemico da affrontare.”

5. …così come i membri del gruppo:

“Non esiste un albero delle abilità, ma una tabella in cui vanno inseriti dei talenti per modificare le abilità e le statistiche del personaggio. I talenti possono essere riorganizzati in qualsiasi momento per bilanciare la squadra. Abbiamo voluto dare più libertà possibile al giocatore per la personalizzazione del proprio personaggio, perciò si possono scegliere molti approcci diversi.”

TITLE6. Abbiamo interpretato il concetto di “farming” in modo letterale:

“Una delle prime idee che abbiamo avuto per il nostro titolo consisteva nel dare la possibilità al giocatore di creare munizioni raccogliendo i frutti di ciò che aveva seminato nei propri terreni. Pensiamo che si tratti di un concetto del tutto nuovo e che sia un aspetto del gioco molto coinvolgente.”

7. Con il nostro sistema di combattimento, i giocatori sono al centro della battaglia anziché essere relegati in noiosi menu:

“Nei titoli più vecchi i giocatori sono spesso lontani dall’azione, relegati in infinite serie di menu e sottomenu. Abbiamo voluto snellire l’interfaccia di combattimento il più possibile, permettendo al giocatore di assegnare le diverse abilità ai tasti del controller. Il risultato è un combattimento rapido e facile da gestire. Non esistono tempi morti tra le azioni dei nemici e quelle del giocatore, le battaglie sono dinamiche e avvincenti.”

8.Uno dei personaggi ha rinunciato alla sua visita dal dentista per intraprendere una vita di mirabolanti avventure fantasy:

“Abbiamo incluso anche in questo gioco Gnart, uno dei personaggi principali del nostro titolo precedente Hogworld: Gnart’s Adventure, destinato a un pubblico più giovane. La sua missione era quella di farsi nuovi amici e di andare dal dentista perché aveva male a una zanna! In Earthlock lo stesso personaggio vive nel pericoloso mondo di Umbra, dove si guadagna da vivere come bibliotecario. Il suo aspetto è cambiato: ora non indossa più un maglione a strisce, ma giacca e cravatta. Ha ancora il suo zaino però, dove tiene i libri e i diari dei suoi viaggi!”

Fredrik Dahl, capo grafico di Snowcastle Games

 

TITLE

I commenti sono chiusi.

1 Commento