Alla scoperta dei segreti del passato di Aloy in Horizon Zero Dawn

1 0
Alla scoperta dei segreti del passato di Aloy in Horizon Zero Dawn

Diamo una nuova occhiata alla cacciatrice di Macchine di Guerrilla Game e parliamo col responsabile dello studio, Hermen Hulst

Creare un’icona non è un gioco da ragazzi e, solitamente, è un’impresa impossibile da pianificare. Eppure, con la rossa Aloy, Guerrilla Games ha fatto centro, creando una protagonista popolare e facilmente riconducibile a Horizon Zero Dawn ancora prima che il gioco sia disponibile sugli scaffali.

Nel nostro ultimo dietro le quinte del gioco, il capo di Guerrilla Games, Hermen Hulst, il direttore gioco Mathijs De Jonge e il direttore artistico Jan-Bart van Beek ci offrono un’anteprima su Aloy nel loro nuovo mondo, facendo luce su chi sia e su cosa la spinga a sopravvivere da emarginata, per poi passare alle considerazioni di Hermen sulla creazione di una nuova eroina.

“Non è mai stato il nostro obiettivo o la nostra intenzione, solo una fortunata coincidenza!” afferma il co-fondatore e direttore responsabile dello studio, Hermen Hulst. “Volevamo solamente creare un bel personaggio per il gioco.

La creazione di Aloy è stata relativamente costante. Ovviamente, sviluppo e iterazione procedono man mano che si va avanti, ma abbiamo deciso fin da subito che avrebbe dovuto essere una ragazza dai capelli rossi.

Non volevamo un uomo grande e grosso, ma una persona agile, che non dovesse necessariamente superare le Macchine in potenza, ma in astuzia. Siamo davvero felici della nostra decisione”.

Si è rivelata una scelta che ha dato vita a una community di cosplayer costantemente in crescita: i caratteristici accessori di Aloy, composti in egual misura da elementi rozzi e hi-tech, sono una visione sempre più comune alle fiere. Lo stile di Aloy ha avuto talmente successo che Guerrilla ha già creato una guida alla creazione del suo costume, per aiutare chiunque desiderasse unirsi alla tribù di Horizon Zero Dawn.

Ma saranno l’atteggiamento e il carattere di Aloy a lasciarla impressa nell’immaginario dei fan anche all’infuori delle convention. “Volevamo qualcuno che fosse molto curioso e intelligente, in un mondo ricco di misteri da svelare”, spiega Hermen. “Sa anche essere feroce. Non volevamo la classica principessa Disney, ma un personaggio molto più esuberante e con un profondo senso dell’umorismo.

“Le tribù incontrate nel gioco sono caratterizzate da moltissimi miti e credenze, ma lei non ha alcuna intenzione di lasciarsi distrarre da queste cose. È una ragazza semplice, che si fa domande e mette in discussione qualsiasi cosa.

“Credo che sia un gran bel personaggio da seguire nella sua storia”.

Potrete vestire i panni di Aloy con l’uscita di Horizon Zero Dawn a 2017 ed effettuare subito il pre-ordine per aggiudicarvi alcuni contenuti esclusivi con le edizioni standard e Digital Deluxe.

I commenti sono chiusi.

1 Commento

  • Effettivamente Aloy sembra davvero un personaggio ben caratterizzato. Inoltre gli scenari e il contesto di gioco sono carichi di fascino e mistero… penso proprio che sta nascendo una nuova IP di grande spessore. Avanti così Guerrilla!