Pubblicato il

Robinson: The Journey è disponibile questa settimana per PlayStation VR: ecco il trailer di lancio

Affrontate le straordinarie creature della nuova avventura VR di Crytek

Ci siamo! Robinson: The Journey arriva il 10 su PlayStation VR. Dopo tanto duro lavoro su questa nuova, incredibile piattaforma, siamo felicissimi di poter condividere con voi il trailer di lancio del gioco.

Abbiamo annunciato Robinson nel giugno del 2015. Da allora, abbiamo dato il massimo per mantenere la promessa di realizzare un gioco che offrisse una “sensazione di presenza” senza precedenti in un mondo virtuale.

TITLETITLE

Le nostre fonti d’ispirazione per Robinson sono le stesse che hanno fatto volare la nostra immaginazione quand’eravamo bambini: fantascienza, viaggi fiabeschi e, ovviamente, dinosauri. Nei panni di Robin, un ragazzo smarrito sul misterioso pianeta Tyson III, scoprirete che PS VR può dare vita a tutti questi elementi in modo completamente nuovo.

TITLE

Nella vostra missione per scoprire che ne è stato degli altri membri dell’equipaggio, affronterete creature fantastiche, collaborerete con due alleati molto diversi tra loro e scoprirete un mondo ricco di storia e dettagli.

Come tutti i bei viaggi, Robinson toccherà le vostre emozioni, immergendovi in una storia che vi attirerà al centro del mondo di gioco e che speriamo ricorderete a lungo.

 

TITLETITLE

L’uscita di un gioco è sempre un momento speciale per uno sviluppatore, in parte perché il duro lavoro è completo, ma soprattutto perché è possibile condividere il frutto di questo lavoro con le persone per cui l’abbiamo realizzato. Il viaggio comincia qui.

TITLETITLE

Ora tocca a voi.

6 Commenti
0 Risposte dell'autore
1

Purtroppo non potrò prenderlo per via del motion sickness…
In molte recensioni dicono che è terrificante (addirittura fa venire da vomitare…).
Magari più avanti se usciranno patch per ridurre il problema ci penserò, e magari anche a prezzo più basso, perché non voglio spendere 60€ per un gioco che poi è impossibile d giocare.

Dai trailers visti finora, secondo il mio modestissimo parere, questo titolo é l’unico per cui valga realmente la pena acquistare il PsVr. Tuttavia ho letto anch’io vari articoli riguardanti il problema del motion sickness…..quindi niente. Acquisterò un eventuale PsVr 2.0 in futuro, ovviamente non prima di aver acquistato la Play 5 dato che anche la Ps4 Pro non é nella mia wishlist

3

Penso che per quanto riguarda la VR sarà bene che le aziende si concentrino molto sul fornire demo di ogni gioco uscito.
Anche perchè la VR al momento mi sembra come quando ho preso la tv 3d nel 2011. Pochi bluray e tutti a 30 euro e che magari uscivano dopo 6 mesi la versione normale.
E così i giochi che costano 60 euro (non tutti perchè onestamente hanno offerto esperienze anche a 20 euro) ma che hanno una longevità molto bassa.

Sinceramente se mai lo prenderò penso sarà su pc e solo quando saranno completamente wireless.
Io personalmente più che i giochi vorrei delle esperienze.
Mi piacerebbe ad esempio visitare la roma antica e ricostruita, magari una passeggiata nel giappone feudale, ma anche moderno, esplorare un pianeta alieno, oppure trovarsi su una stazione orbitale e guardare la terra dallo spazio, ma anche passeggiare in qualche ambientazione di anime o telefilm famosi.
Venissero venduti contenuti così sarei felicissimo.
Ma penso che ci si arriverà perchè vendere i VR so...

Mostra il commento completo

Penso che per quanto riguarda la VR sarà bene che le aziende si concentrino molto sul fornire demo di ogni gioco uscito.
Anche perchè la VR al momento mi sembra come quando ho preso la tv 3d nel 2011. Pochi bluray e tutti a 30 euro e che magari uscivano dopo 6 mesi la versione normale.
E così i giochi che costano 60 euro (non tutti perchè onestamente hanno offerto esperienze anche a 20 euro) ma che hanno una longevità molto bassa.

Sinceramente se mai lo prenderò penso sarà su pc e solo quando saranno completamente wireless.
Io personalmente più che i giochi vorrei delle esperienze.
Mi piacerebbe ad esempio visitare la roma antica e ricostruita, magari una passeggiata nel giappone feudale, ma anche moderno, esplorare un pianeta alieno, oppure trovarsi su una stazione orbitale e guardare la terra dallo spazio, ma anche passeggiare in qualche ambientazione di anime o telefilm famosi.
Venissero venduti contenuti così sarei felicissimo.
Ma penso che ci si arriverà perchè vendere i VR solo per i videogiochi è davvero limitato (oltre a ridurre la possibile utenza).

Sono d’accordo su tutto, sia sul discorso demo che sull’eventualità di un’evoluzione VR in modalità wireless, anche se agli esordi di una nuova tecnologia come questa non si può pretendere già tutto questo “comfort”.
Credo proprio che la possibilità di offrire esperienze VR non solamente e puramente ludiche vada presa in considerazione da parte di Sony perché potrebbe ampliare ulteriormente il potenziale target di utenti interessati a comprare PSVR. Inoltre questo tipo d’esperienza anche “didattica” risulterebbe un ottimo modo per imparare divertendosi.

Domani mi arriva è non vedo l’ora. Per chi ha problemi di nausea, non date retta a chi non ne capisce nulla e spara fregnacce, perchè io ne soffro molto, ma questo gioco ha 3 modalità di movimento che si possono scegliere per chi ha questi problemi. Poi vi dico un trucchetto che ho sperimentato di persona. Quando provate un gioco dove bisogna camminare e sentite che vi dà nausea, mettetevi in piedi e fate finta di camminare rimanendo sul posto, non avrete più problemi, sicuro al 100%. Il motivo ci sta, ma è lungo da spiegare per bene, ma per farla breve, il corpo deve sentire che ti muovi realmente quando gli occhi vedono un movimento (ad es. una camminata in un gioco).

Allora ci ho fatto un paio di ore di gioco ieri. è spettacolare, una bellissima esperienza ma a mio parere hanno toppato completamente il sistema di movimento. Ho provato tutte e tre le possibilità, il movimento a scatti di 45° gradi farà anche diminuire il senso di nausea ma per me è ridicolo, sembra di giocare a wolfestein su amiga… non esiste. ho settato subito quello libero e malgrado io abbia lo stomaco forte devo dire che crea un senso di fastidio questo asincronia tra il movimento della testa e quello del corpo. Ho provato subito dopo Eagle Flight e li si capisce esattamente che con la VR gli sviluppatori debbano immettere per i movimenti un sistema il più naturale possibile. Deve esserci assolutamente una connessione tra il dove guardi e il dove vai. Sennò sbrocchi. QUesto è il suo punto debole per me.

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche