La visual novel giapponese Steins;Gate 0 è prossima all’uscita: ecco la data di lancio e un nuovo trailer

2 0
La visual novel giapponese Steins;Gate 0 è prossima all’uscita: ecco la data di lancio e un nuovo trailer

In più, il direttore della localizzazione ci parla della complessità dell'adattamento occidentale

Se non puoi salvare neanche la persona che ami, come puoi salvare l’intera umanità? Questa è la domanda alla base di Steins;Gate 0, a cui i fan di Steins;Gate dovranno trovare risposta seguendo lo scienziato pazzo Okabe, che tornerà indietro nel tempo per salvare la donna che ama. Il suo primo tentativo fallisce, il secondo no. Ma cosa sarebbe successo se non avesse avuto una seconda possibilità, o se qualcuno avesse provato a impedirgli di riprovare?

Japanese visual novel Steins;Gate 0 gets EU release date, new trailer

Steins;Gate Zero racconta la storia di un mondo in cui Okabe non riesce a salvare Kurisu ed è obbligato a vivere con le conseguenze della sua scelta di sacrificarla. Sei mesi dopo, è un relitto umano che assume farmaci e vede raramente i suoi amici. Il suo unico obiettivo è portare avanti il lavoro di Kurisu.

Japanese visual novel Steins;Gate 0 gets EU release date, new trailer

Ma il destino non ha intenzione di lasciare in pace Okabe, che scoprirà di poter ancora salvare Kurisu…

In uscita il 25 novembre su PlayStation 4 e PS Vita, Steins;Gate 0 è un nuovo capitolo dell’acclamata serie di visual novel fantascientifiche.

La storia è molto più tetra di quella di Steins;Gate. Nell’originale bisognava fare più volte una scelta riguardante la portata del sacrificio che si era disposti a fare per salvare Mayuri. In Steins;Gate 0 bisogna convivere con le conseguenze, non importa quanto spiacevoli, di quelle scelte.

Stavolta anche il cast è molto più ampio. Sono un grande fan del cast originale (ho una statuina di Kurisu sulla scrivania da 6 anni!), quindi i nuovi personaggi dovevano superare un grosso ostacolo per conquistarmi. Dopo aver completato la traduzione, posso dire che i nuovi personaggi mi piacciono più dei precedenti. La mia preferita è Maho, uno dei personaggi più articolati che abbia visto negli ultimi anni. Maho ha molto in comune con Okabe, ad esempio la personalità apparentemente forte che nasconde invece un cuore più fragile di quanto lei desideri.

 

Japanese visual novel Steins;Gate 0 gets EU release date, new trailer Japanese visual novel Steins;Gate 0 gets EU release date, new trailerJapanese visual novel Steins;Gate 0 gets EU release date, new trailer

Come Okabe, Maho ha visto la sua vita cambiare dopo aver conosciuto la geniale Kurisu Makise. Adoro il modo in cui il suo personaggio si sviluppa e cambia nel corso della storia.

Nel corso di quest’ultimo anno ho imparato a conoscere alla perfezione i personaggi, come se fossero una parte di me. L’adattamento di Steins;Gate 0 è stato veramente impegnativo e ha richiesto 5 mesi. Ci abbiamo lavorato molte ore al giorno, cinque giorni alla settimana. Il progetto ci è arrivato sotto forma di enormi fogli di lavoro che abbiamo tradotto e poi revisionato da cima a fondo per assicurare che tutto fosse coerente e far sì che la trama si dipanasse fluidamente. Non sono sicuro delle ore complessive necessarie, ma è stato un progetto veramente grande, simile per dimensioni all’originale.

Japanese visual novel Steins;Gate 0 gets EU release date, new trailer

È stata anche una bella sfida. Prima di tutto, è un’opera di fantascienza molto specifica dal lato scientifico, quindi abbiamo dovuto formulare correttamente molte definizioni. Ho passato molto tempo su Wikipedia a leggere articoli su intelligenza artificiale, scienza cerebrale e varie teorie sul viaggio nel tempo!

Bisogna anche considerare che si tratta di un gioco giapponese, scritto soprattutto per un pubblico che comprende cose non sempre chiare a un occidentale. Il problema è meno accentuato di quanto si possa pensare, perché Steins;Gate 0 ha un tono molto più serio del suo predecessore e fa meno riferimenti alla cultura otaku e di Internet. Inoltre, contiene un glossario che spiega alcuni dei concetti più oscuri.

La sfida più grande, o perlomeno una di quelle che mi hanno portato via più tempo, è stata la localizzazione dei dialoghi di Mayuri. Mayuri è un personaggio particolare, che parla in maniera davvero insolita. Sembra un po’ distaccata, ma non è stupida né svampita e le sue parole sono caratterizzate da sfumature che tradiscono una premura e una sensibilità difficili da cogliere con una traduzione letterale. Trattandosi di un personaggio fondamentale, trasmetterne la personalità nel modo giusto è stata una mia priorità.

È inevitabile incappare in termini difficili da localizzare. A volte si è tentati di sostituirli con qualcosa di simile e culturalmente più adatto, ma abbiamo fatto del nostro meglio per evitarlo.

L’ambientazione e la cultura alla base del gioco sono aspetti estremamente importanti: conformandole troppo alla cultura occidentale avremmo reso un disservizio ai fan. Probabilmente, chi ha apprezzato la traduzione del primo gioco reputerà l’adattamento adeguato e scoprirà che i concetti culturali meno comprensibili sono gestiti esattamente come in precedenza.

Ad esempio, a un certo punto una parola tipicamente giapponese (Senpai, usata per fare riferimento a una studentessa più anziana) assume una certa importanza ai fini della trama. Invece di trovare un termine equivalente, l’abbiamo lasciata inalterata e aggiunto un breve dialogo che ne illustra il significato e il motivo del suo utilizzo da parte dei personaggi.

Detto questo, ho tradotto Steins;Gate 0 tenendo presente il pubblico che gioca su console portatili. Volevo che fosse accessibile e leggibile a prescindere dal livello di comprensione dell’ambientazione da parte dei giocatori e credo di essere riuscito nel mio intento.

 

Japanese visual novel Steins;Gate 0 gets EU release date, new trailer

Una cosa che mi viene chiesta spesso è quanto sia accessibile a chi non ha giocato l’originale. Credo che ignorarlo perché non avete mai visto l’anime o giocato il primo sia un errore, poiché la storia funziona bene anche se presa singolarmente. Gli autori di Steins;Gate 0 sanno che il primo titolo è uscito sette anni fa e che molti giocatori l’hanno completato. La linea temporale di Steins;Gate 0 si svolge in un mondo in cui gli eventi del primo gioco non si sono mai verificati e la storia prende presto una direzione tutta sua. Anche se si tratta di un sequel, non viene dato per scontato che il giocatore conosca gli eventi dell’originale, ma solo che abbia un’infarinatura della trama.

Se avete visto l’anime, letto il manga o ne siete fan da abbastanza tempo per essere interessati al gioco, sapete già tutto quel che serve per godervi al meglio Steins;Gate 0.

Steins;Gate 0 è un gioco stupendo e molte persone hanno detto di averlo apprezzato più del suo predecessore. Anche se è necessario sapere qualcosa del primo gioco, questo seguito conclude alcune sottotrame e risponde anche al mistero più grande della serie.

Se avete un qualsiasi interesse nella serie, dovete assolutamente provarlo.

El Psy Congroo!

 

Japanese visual novel Steins;Gate 0 gets EU release date, new trailerJapanese visual novel Steins;Gate 0 gets EU release date, new trailer

I commenti sono chiusi.

2 Commenti

  • Investigaelfo

    Il primo SteinsGate è sempre lì che mi aspetta (sulla vecchia PS3) fra le tonnellate di arretrati che ho. Si parla di una delle più belle visual-novel di tutti i tempi (almeno così si dice).
    Dovrei clonarmi per riuscire a giocare a tutto quello che mi intriga… *sigh*

  • che belle cose che leggo, mi piace quest’articolo, attenzione ad un prodotto più di nicchia ma che MERITA dal primo all’ultimo secondo!
    Lo prenderò di sicuro 😀