Un guardaroba tutto nuovo per BUD in Grow Up, in uscita il 16 agosto per PS4

4 0
Un guardaroba tutto nuovo per BUD in Grow Up, in uscita il 16 agosto per PS4

Il sequel di Grow Home, la stravagante avventura di Ubisoft, uscirà la prossima settimana

Ciao, sono Laura di Reflections, uno dei due grafici che hanno lavorato a Grow Up! BUD, il nostro goffo robot rosso che prende vita grazie all’animazione procedurale, è tornato per una nuova avventura. Dopo Grow Home, in cui ha compiuto la sua missione di coltivare una Star Plant gigante, è in partenza per la luna per recuperare la MOM. BUD è un personaggio amatissimo, ma abbiamo pensato che il pubblico potesse amarlo ancora di più se avesse avuto dei fantastici costumi nuovi!

Questi costumi non miglioreranno solo l’aspetto estetico del vostro amico, ma vi forniranno anche delle abilità spettacolari. Equipaggiando il costume BUG uno sciame di insetti vi seguirà ovunque andiate. Il costume da aviatore vi farà volare al doppio della velocità (sarete incredibilmente veloci). E gli altri? Devono solo essere scoperti! Potete farlo portando a termine le sfide disseminate per il mondo da POD, la nuova migliore amica di BUD!

BUD non ha solo ottenuto un nuovo look, ma anche dei potenziamenti inediti, alcuni dei quali cambieranno il modo in cui esplorerete il pianeta. Il mondo di Grow Up è molto più grande di quello visto in Grow Home, quindi l’esplorazione giocherà un ruolo fondamentale e i nuovi costumi vi permetteranno di farlo con stile.

Grow Up

Ci servivano idee inedite per i nuovi modelli grafici, quindi ho provato ad attingere alla cultura britannica. Gli occhiali del costume BUG si ispirano a quelli di Dame Edna Everage, e la tuta da aviatore è quella classica degli anni 20. Un altro costume a sorpresa si basa su un mio ricordo d’infanzia: uno spaventapasseri di nome Tatty Bogle. Anche se non tutte le nostre idee sono entrate a far parte del gioco finale, ci siamo divertiti un mondo a immaginare fantasiose abilità la cui realizzazione avrebbe richiesto davvero troppo tempo!

Nel progettare i costumi, ho tenuto bene a mente che BUD ricorda molto un bambino, nei movimenti e nei suoni che emette. Ho cercato di rivivere le esperienze felici della mia infanzia, quando mi divertivo in giardino a scavare nel fango e a giocare con gli insetti. Dopo uno dei primi test di gioco, uno dei giocatori ha affermato: “Il costume BUG sarà sicuramente uno dei preferiti di mio figlio”. Questo è il motivo per cui adoro fare videogiochi. Non c’è niente di così appagante come vedere qualcuno divertirsi con una tua creazione. I costumi aggiungono ancora più divertimento a un gioco già spassosissimo e spero che tutti si divertano a giocarci almeno quanto io mi sono divertita a crearli.

Prima di Grow Up, ho lavorato come grafica per Tom Clancy’s The Division. Una bella differenza in termini di genere e di meccaniche di gioco. Ho dovuto adattarmi a una nuova direzione artistica, passando da una New York post-apocalittica a un coloratissimo e luminoso mondo poligonale. Lo stile di Grow Home è stato molto apprezzato dalla community e sentivo che non sarebbe stato facile mantenere la stessa qualità artistica su una scala così grande come… il pianeta intero!

Grow Up

Le dinamiche di lavoro di un piccolo gruppo sono totalmente diverse da quelle di un titolo tripla-A, voltarsi e riuscire a vedere l’intero team è una cosa che mette di buonumore. Questa svolta mi ha permesso di avere molto più controllo su molti aspetti del mio lavoro: ho avuto un ruolo importante nella creazione della maggior parte delle cose che vedrete su schermo, così come chiunque altro all’interno del team, ed è stato fantastico per me supervisionare la creazione dei costumi di BUD.

Ho nascosto alcuni segreti in Grow Up e, pur sapendo esattamente dove sono, ogni volta che un giocatore li trova è come se li scoprissi per la prima volta anch’io. Ci sono perfino un paio di sorprese che il mio direttore artistico ha scoperto solo alla fine dello sviluppo!

Divertitevi in questo gigantesco parco giochi, create qualcosa di bello con le piante ed esplorate il pianeta, non importa se il vostro aspetto sarà quello di un insetto, di un pilota o di un adorabile robot rosso!

I commenti sono chiusi.

4 Commenti

  • Non mi aspettavo un sequel di Grow Home in tempi così rapidi… leggendo l’articolo sembrerebbe che i developers questa volta hanno puntato forte sull’esplorazione e la libertà offerta al giocatore.
    Possibile nuova entrata su PS Plus?

    • “possibile nuova entrata su Ps Plus?” No no…….certe cose non vanno scritte neanche per scherzo!!!!

  • Mamma mia, il primo l’ho giocato sì e no 20 minuti. Comandi odiosi, ingiocabile….

    • Idem……………forse io l’avrò provato per meno di venti minuti. Non credevo che in Ubisoft avessero il coraggio di pubblicare anche un seguito di quella schifezza!!!