Strike Vector EX arriverà su PS4 il 30 agosto

6 0
Strike Vector EX arriverà su PS4 il 30 agosto

Lo sparatutto aereo dal ritmo intenso di Ragequit Corporation viene messo a punto e rinnovato per PS4.

Dopo aver dato gli ultimi ritocchi alla versione per PlayStation 4 di Strike Vector EX due settimane fa, il nostro team di tre uomini di Ragequit non vede l’ora di poter condividere il suo gioco con voi. Da martedì 30 agosto potrete salire a bordo di un Vector!

Non è stato un percorso facile. Quando abbiamo fondato Ragequit Corporation, provenivamo tutti da aziende più grandi, come Quantic Dream (Heavy Rain), Ubisoft (Amerzone) e altre. Pierre-Étienne Travers (artista), Cédric Lecacheur (programmatore) e io avevamo sempre lavorato ai giochi che ci venivano assegnati dagli altri. Questo era il primo gioco in cui potevamo fare tutto quello che volevamo. Tutto!

Strike Vector EX

Strike Vector EX si ispira a molti giochi. Giocavamo un sacco a Quake e Counter Strike durante la pausa pranzo. Il nostro obiettivo originale era quello di creare un gioco di combattimento aereo. Quando abbiamo iniziato, stavamo studiando il combattimento in Crimson Sky. Poi abbiamo capito che non era abbastanza rapido, l’abbiamo velocizzato. Abbiamo iniziato a indirizzarci più su Quake. Quando ci siamo resi conto che le sensazioni erano le stesse, lo stile di combattimento sparatutto in prima persona è stato ulteriormente integrato. C’è voluto del tempo, tra prove e tutto il resto, e abbiamo improvvisato molto!

Strike Vector EX non è soltanto un gioco di combattimento aereo, ma un velocissimo sparatutto in prima persona in stile mech. Potete fiondarvi in battaglia a tutta velocità, fermarvi improvvisamente in modalità stazionaria, girare in 3D come in Descent e far saltare in aria i nemici. Avete a disposizione una prospettiva in terza e prima persona e quando vi siete abituati alla visuale in prima persona non tornerete mai più indietro. È lì che Strike Vector diventa davvero divertente.

 

Strike Vector EX Strike Vector EXStrike Vector EX

 

Questa versione per console è costruita da zero. Non la riteniamo un sequel perché è una nuova versione del gioco. Strike Vector EX funziona su Unreal Engine 4 a 1080p su PlayStation 4 a 60 FPS. Presenta una modalità completa per giocatore singolo con cortometraggi e 15 missioni, oltre a minigiochi e missioni secondarie di sopravvivenza, attacco, distruzione e duello, contro un’intelligenza artificiale implacabile. Abbiamo aggiunto una modalità Schermaglia, ossia un multigiocatore offline pieno di bot cattivissimi controllati dal computer. Inoltre abbiamo dato ai giocatori la possibilità di personalizzare interamente il look del Vector e delle armi. Se vi piace colpire con precisione da lontano, falciare la gente con una mitragliatrice Gatling, o affrontare i nemici da vicino con una doppietta, siete arrivati nel posto giusto. Ci sono più di 10.000 armi diverse, oggetti speciali e combinazioni di corazze!

E ovviamente abbiamo la modalità più divertente di tutte: il multigiocatore con un massimo di 12 giocatori su 15 mappe. Questo è il nocciolo del nostro gioco.

Non vediamo l’ora di vedervi in azione. Godetevi il nostro trailer cinematografico e ci vediamo il 30 agosto!

Strike Vector EX

I commenti sono chiusi.

6 Commenti

  • Il trailer mi è piaciuto parecchio e questo gioco (sbucato dal nulla per quanto mi riguarda) sembra promettere bene. Inoltre sapere che dietro al titolo si celano personaggi che hanno lavorato presso Ubisoft e Quantic Dream non fa altro che confermare le sensazioni positive che ho. Da tenere d’occhio anche in termini di giocabilità!

  • Bello! Se anche il gameplay risulterà veloce come nel trailer……beh…..spettacolo! Una cosa già si capisce e cioé che per giocare “ad alti livelli”, serviranno ore e ore di pratica in partire multiplayer. 🙂 Mi piace anche lo stile grafico perché é sulla “borderline” tra un classico videogioco ed un laser game……tipo il vecchio Space Ace ( che giocai per la prima volta sul Sega cd..) ps. Spero vivamente che rilascino una demo 🙂

    • Yakiro_Matsui

      Sembra bello anche se di solito a quel tipo di giochi faccio schifo. Mi servirebbe un cabinato da bar per essere almeno decente XD

      Due titoli laser game che lo ricordano sono questi :
      https://www.youtube.com/watch?v=roCbZXqBDaE
      https://www.youtube.com/watch?v=QKURmGDld9U

      c’ era anche Firefox del 1983 basato sul film con Clint Eastwood.

    • ahahah ecco il Yakiro in versione “old player”. 😀 A questo giro mi hai fregato perché non ho mai giocato ai 3 titoli che hai citato! Mi ricordo come ho già scritto di Space Ace, di Tomcat Alley (fantastico…..m’illudevo di essere Tom Cruise 😀 ) sempre sul Sega Cd, oppure di di Mad Dog McCree questa volta su quella grande macchina ( tecnologicamente per l’epoca era un gioiellino…) chiamata 3DO……ma dei 3 che hai “nominato” no! Comunque hai ragione, per i giochi con un gameplay veloce ( come pare sia questo Strike Vector Ex ) e specialmente quando bisogna pilotare e sparare, i cari vecchi stick da coin-op sono imbattibili……se si vuol far “abbassare un po di orecchie” sparse il mondo! 😀

    • Yakiro_Matsui

      Beh molto old player in effetti 😀

      Su console potevano essere impressionanti ma mai come quando apparvero nei bar.
      Dalle vecchie 200 lire questi giochi costavano 500 lire e se non eri bravo duravi si e no 2 minuti quindi ci giocai poco ma mi limitavo a guardare quelli più grandi che giocavano sicuramente meglio.

      Il cabinato originale (e non quelli generici dove spesso mettevano qualsiasi gioco) oltre al display per il giocatore aveva anche un display in alto in modo che la folla intorno (e per quel tipo di gioco la folla c’ era davvero) potesse guardare senza accalcarsi troppo.

      Non avendo grandi conoscenze informatiche al tempo poi quel gioco sembrava un balzo in avanti clamoroso per la grafica e faceva pensare che a breve tutti i giochi sarebbero stati così mentre poi alla fine ovviamente non fù così.

      Cercando un impatto simile al di fuori del videogaming che renda l’ idea l’ impatto fu come quando l’ uomo andò sulla Luna. Nel ’69 (io non c’ ero ancora eh >_>) l’ entusiasmo era così alle stelle (in tutti i sensi) che si era convinti che ormai era fatta e si sarebbe arrivati su Marte a breve ma poi ovviamente non è andata così.

      E coi laser game era così, alla fine si cercava sempre se qualche sala giochi magari al mare aveva dragon’ s lair, e poi si sperava che qualcuno ci giocasse per poter godersi il gioco gratis e magari “rubare” le mosse giuste (altro che i walktrough di adesso XD)

    • Non parliamo di astronomia perché é un argomento che m’interessa e finiremmo ancora di più in OT oltre a quello in cui già siamo! XD. I coin op con il doppio schermo era capitato di vederli anche a me……mmm…..ora che ci penso ne avró visti una decina al massimo, forse meno. Ahahah ad essere onesti ammetto che anch’io mi “gustavo” le partite altrui, in particolare cercavo d’imparare le le mosse di Killer Instict……. 😀 Buona serata

      P.s. neanch’io c’ero nel 69……i miei genitori decisero d’iniziare a farmi pagare le tasse un po dopo. 🙂