15 giochi per PlayStation VR che abbiamo adorato all’E3 2016

0 0
15 giochi per PlayStation VR che abbiamo adorato all’E3 2016

Direttamente dagli spazi espositivi, ecco alcuni dei giochi per PS VR che abbiamo trovato irresistibili.

All’E3 2016, le folle di appassionati sembravano un po’ diverse rispetto agli anni precedenti: i visori PlayStation VR ondeggiavano, oscillavano e scattavano in tutti gli stand di PlayStation, mentre i giocatori che li indossavano si lasciavano sfuggire grida di stupore e strilli di paura. Ci siamo gettati nella mischia per provare in prima persona gli innumerevoli titoli. Ecco alcuni dei nostri preferiti!

Farpoint

C’è qualcosa di inquietante in Farpoint. Non è un gioco dell’orrore né cerca di esserlo: non vi imbatterete né in corridoi lugubri né in assassini armati di accetta, ma resterete con il fiato sospeso per qualcosa di molto più sottile: il paesaggio arido e sconfinato, l’ambientazione chiaramente aliena, gli echi isolati dei vostri passi. È un mondo esplorabile all’interno del visore PS VR che trasmette la sensazione di trovarsi molto lontano da casa. È un’esperienza davvero emozionante e ne siamo rimasti entusiasti.

Eve Valkyrie

Sotto diversi aspetti, l’assenza di peso rappresenta la condizione ideale per la VR: avete l’opportunità di abbandonare il vostro corpo terrestre, sfuggire alla gravità e sbrigliare la vostra immaginazione. In EVE Valkyrie, potete tralasciare gli abituali concetti di “sopra” e “sotto”: a bordo della vostra potente navetta spaziale vi ritroverete nel cuore dell’azione, ovunque essa sia.

Battlezone

Come tutti i grandi progressi tecnologici, la realtà virtuale è una celebrazione dell’innovazione, di idee ardite e di nuovi e audaci frontiere. Nel lontano 1980, Battlezone di Atari rappresentò il viaggio inaugurale dei videogiochi nel mondo della realtà virtuale. Oggi, gli sviluppatori di Rebellion ne tengono in vita lo spirito con la loro personale interpretazione di quel classico arcade, ma c’è di più: è un’esperienza memorabile.

Robinson: The Journey

Non è un mistero che la creazione di un’esperienza coinvolgente nella VR richieda una potenza di calcolo decisamente superiore a quella per il funzionamento di un normale videogioco. Alcuni potrebbero scendere a compromessi, ma non i maghi della tecnica di Crytek. L’imponente mondo alieno di Robinson: The Journey è sensazionale sotto il profilo visivo e coinvolgente dal punto di vista dell’atmosfera, e non vediamo l’ora di perderci nei suoi meandri.

Here They Lie

Benché la realtà virtuale sia a lungo sembrata un sogno impossibile, per i possessori di console domestiche, la realtà, ormai vicinissima, si appresta a trascinarci in una nutrita serie di incubi. Here They Lie ci ha immersi nel surreale e nell’orrido in un modo che pensavamo possibile solo nel nostro subconscio. Ci conforta sapere che stavolta siamo svegli!

Playroom VR

Spesso, il coinvolgimento tipico della realtà virtuale può richiedere che ci si dimentichi del resto del mondo per un po’. Playroom VR, tuttavia, vi invita a portare con voi i vostri amici in questa nuova esperienza, o forse sono loro a coinvolgere voi. Immersi in una bolla di VR, è toccato ai nostri amici plasmare quello spazio come hanno creduto opportuno. Ci limitiamo a dire che ora sappiamo chi siano i nostri veri amici.

Super Stardust VR

Se, da un lato, occorre concentrarsi su mondi credibili e coinvolgimento continuo per consentire esperienze entusiasmanti nella realtà virtuale, la creazione di grandi giochi è fondata sul divertimento immediato. Gli sviluppatori finlandesi di Housemarque hanno firmato alcuni degli sparatutto più appassionanti per PlayStation e Super Stardust Ultra VR, un aggiornamento in realtà virtuale del loro successo per PS3 in stile arcade, combina il loro impeccabile istinto per le meccaniche di gioco con il coinvolgimento senza pari di PS VR. È davvero notevole.

Until Dawn: Rush of Blood

Niente provoca una scarica di adrenalina come il classico “jump scare”. L’anno scorso, gli sviluppatori di Supermassive Games hanno rivisitato i collaudati temi stilistici del genere horror in Until Dawn. Con Rush of Blood, stanno ora trasferendo tutto quel che hanno imparato su PS VR, per lanciarvi in una corsa indiavolata e travolgente sull’ottovolante del terrore. Urlate se volete accelerare!

PlayStation VR Worlds

Gli abissi inesplorati non sono per tutti. La realtà virtuale spalanca un mondo di opportunità sia per gli sviluppatori di videogiochi, sia per i giocatori e sarebbe comprensibile sentirsi scoraggiati. VR Worlds è il titolo più indicato per chi cerca una vera panoramica su quel che ci attende. Cinque esperienze di gioco del tutto uniche che esplorano i confini del possibile. Se non sapete da dove cominciare con la realtà virtuale, iniziate da qui.

Resident Evil VII – Biohazard

La realtà virtuale non deve per forza essere incentrata sull’esplorazione di nuovi mondi insoliti: a volte, può servire a rivisitare mondi già noti per osservarli da una prospettiva inedita. Se già conoscete e amate il mondo di Resident Evil, con i suoi personaggi memorabili e la sua storia complessa, Resident Evil VII – Biohazard rappresenta l’opportunità ideale per tuffarsi nell’azione e viverla davvero da vicino, forse anche troppo.

RIGS: Mechanized Combat League

La competizione è una componente essenziale dei giochi moderni e la realtà virtuale offre tutte le opportunità per avvantaggiarsene. RIGS: Mechanized Combat League è in prima linea nel combinare i frenetici aspetti competitivi dei moderni sparatutto in prima persona con le caratteristiche uniche della realtà virtuale. Se cercate un valido sparatutto ad arena, RIGS dovrebbe essere la vostra prima scelta su PS VR.

Final Fantasy XV VR Experience

Un’enorme sorpresa dell’evento di PlayStation è stata la rivelazione che Final Fantasy XV sarebbe approdato su PS VR, calandoci nei panni di Prompto. Nella demo dell’E3, abbiamo aiutato una squadra di eroi ad abbattere un mostro imponente schivando, correndo e sparando a distanza mentre essi affrontavano da vicino la belva. La corsa conclusiva sull’auto decapottabile è stata un’elegante ricompensa per i nostri sforzi e ha intensificato il nostro coinvolgimento nell’attesissima ambientazione.

Statik

Un approccio unico al genere dei rompicapi, Statik sostituisce il controller wireless DUALSHOCK 4 che impugnate solitamente con un enigma ingegnoso che racchiude le vostri mani. Gli enigmi erano così appassionanti che ci siamo sentiti davvero intrappolati nello scenario, finché la nostra abilità logica non è intervenuta a svelare il mistero e a liberarci.

100ft Robot Golf

Il gioco relativamente tranquillo del golf non è in genere criticato per la mancanza di esplosioni, demolizioni e massacri su vasta scala, ma di solito non viene praticato da imponenti robot. L’oscillazione della mazza in 100ft Robot Golf trasmette una sensazione senza confronti di scala e dimensioni, che si rivela incredibilmente divertente quando scagliate la pallina attraverso un paesaggio cittadino che può essere completamente distrutto.

Harmonix Music VR

Dimostrando che, per creare un mondo coinvolgente nella realtà virtuale, non basta la sola resa visiva, Harmonix Music VR miscela grafica e suono in modi sconvolgenti, per produrre qualcosa di davvero unico. Con una colonna sonora che spazia dallo space rock melodico ai ritmi martellanti, l’esperienza si rivela più creativa rispetto a un gioco tradizionale e, alla sua uscita, farà senza dubbio emergere le potenzialità artistiche di PS VR.