Ecco come No Man’s Sky arricchisce il suo universo con storie, linguaggi e vita intelligente

3 0
Ecco come No Man’s Sky arricchisce il suo universo con storie, linguaggi e vita intelligente

Sean Murray parla dell'ambizioso sistema di PNG della saga fantascientifica per PS4

Con un universo quasi infinito da esplorare, il prossimo, epico titolo di fantascienza per PS4 No Man’s Sky promette un livello di avventura senza precedenti. Tuttavia, pensate a una qualsiasi celebre saga ambientata nello spazio e concorderete che il cast di personaggi è uno dei suoi elementi caratteristici. Con un ambiente intergalattico di 18.446.744.073.709.551.616 pianeti diversi, come può Hello Games pensare di caratterizzare ogni singolo mondo con storie, dialoghi e un linguaggio?

Beh, come No Man’s Sky ha sempre dimostrato, la risposta è decisamente interessante. La scorsa settimana, ho fatto visita al piccolo quartier generale di Hello per saperne di più.

“Fin dall’inizio, volevamo introdurre delle fazioni nel gioco. È un aspetto che abbiamo considerato da sempre. Avevamo delle idee su come avrebbero dovuto inserirsi in No Man’s Sky, ma ci è voluto un po’ per arrivare a un risultato soddisfacente”, mi ha confessato il creatore Sean Murray, prima di avviare la demo.

In breve, ecco come funziona. Mentre viaggerete nell’universo, incontrerete individui di razze distinte. Come per qualsiasi altro elemento del gioco, il loro aspetto e quello che dicono sono generati proceduralmente in base a un set di variabili definito dal team di Hello Games.

Monolith

Avrete modo di commerciare con loro, ottenere potenziamenti, apprendere di più sull’ambientazione del gioco, creare alleanze, eccetera.

Vi sembra semplice? Beh, non siate precipitosi.

“Per decidere se implementare o meno una funzionalità ci poniamo la domanda: Questo elemento incoraggerebbe i giocatori a esplorare ulteriormente l’universo?”, spiega Sean.

“Per poter parlare con i PNG di No Man’s Sky, dovrete prima apprendere la loro lingua, poiché comunicheranno con voi nel loro idioma. Più viaggerete nell’universo, più lo imparerete e più sarete in grado di dialogare con loro”.

Sì, avete letto bene. Hello Games ha creato una serie di diversi linguaggi alieni che, all’inizio del gioco, non sarete in grado di comprendere. Tuttavia, esplorando l’universo, scoprendo reliquie e parlando con nuovi PNG, inizierete presto a riconoscere i loro dialetti.

Sean spiega anche che sarà importante sviluppare relazioni con questi personaggi. Se vi sforzerete di imparare la lingua di una determinata razza e interagirete con essa regolarmente, la vostra reputazione migliorerà. Se sarete legati a una particolare fazione, essa vi riserverà un trattamento speciale: prezzi ridotti o, magari, equipaggiamento migliore. In effetti, se vorrete acquistare un’astronave migliore per raggiungere sistemi stellari più remoti, dovrete stringere delle amicizie.

Creatures

Al contrario, come accadrebbe nella vita reale, cimentarsi in conversazioni senza conoscere la lingua potrebbe avere effetti negativi. Dire una cosa sbagliata in un dialogo potrebbe peggiorare la vostra reputazione, farvi fare cattivi affari con un commerciante o perdere un oggetto importante per colpa della confusione. O, peggio ancora, potreste finire attaccati dall’alieno appena scoperto.

Come suggerito dai trailer precedenti, esistono diversi modi per giocare a No Man’s Sky. Potrete concentrarvi sull’esplorazione, sui combattimenti, sulla sopravvivenza o sul commercio. In ogni caso, il sistema di PNG si inserisce direttamente in questo quadro generale.

“Il bello è che i PNG sono divisi in diverse razze. Per esempio, una potrebbe essere più interessata all’esplorazione e alla scienza e saperlo vi aiuterà a decidere il miglior approccio per interagire con essa”, dice Sean.

“Se giocate per il gusto dell’esplorazione, allora vorrete concentrarvi su quella specie. Ma, se giocate solamente per uccidere qualsiasi cosa si muova, ci saranno fazioni più bellicose che potrete farvi amiche”.

LandingPad

Come menzionato, ci sono numerose razze nel gioco, ciascuna contraddistinta dalla propria lingua. Quindi, quanto tempo ci vorrà perché dei giocatori medi possano destreggiarsi fluentemente con un dialetto sconosciuto?

“Dipende dal loro impegno. Anche se fosse l’unica cosa che faranno, impiegheranno ore e ore ad apprendere una lingua. Ma suppongo che la maggior parte dei giocatori non diventerà mai fluente, a meno che non sia l’unico obiettivo che vorrà raggiungere.

E c’è qualcosa di divertente in tutto questo! Adoro alcune delle situazioni ridicole che possono scaturirne.

“Immaginate di entrare in una fabbrica e che ci siano delle istruzioni sulla parete, scritte in un linguaggio alieno, che vi spiegano come manovrare un macchinario. Potreste volervi assicurare di avere le competenze linguistiche necessarie per comprenderlo, oppure potreste precipitarvi alla console e premere i comandi a caso. Seguendo il secondo approccio, potrebbe darsi che il cartello riporti ‘NON PREMERE ASSOLUTAMENTE IL PULSANTE ROSSO’, senza che voi lo sappiate. Per me è una cosa davvero divertente!”.

È importante sottolineare che le interazioni che avrete con questi PNG saranno piuttosto semplici. No Man’s Sky non è un GdR basato sulla narrazione e con un copione da seguire: è talmente procedurale ed enorme che è impossibile comprenderlo completamente. Non aspettatevi dialoghi alla Mass Effect, tanto per citarne uno.

Walkers

“Non starete seduti davanti allo schermo per parlare di filosofia o discutere del tempo per ore e ore”, puntualizza Sean. “Farete cose come commerciare, chiedere della tecnologia o condividere progetti di costruzione.

Non stiamo cercando di riempire l’intero universo di dialoghi ramificati e trame spropositate. Non è quello lo scopo.

Detto questo, trattandosi di No Man’s Sky, c’è un elemento procedurale nelle vostre interazioni. L’IA con cui interagirete conoscerà il nome del pianeta su cui vi trovate e lo citerà. Chiederanno determinati oggetti, a seconda dell’ambiente in cui vi troverete. Sapranno se farà freddo o farà caldo. Vedrete una ragionevole variabilità e non dei dialoghi predefiniti”.

Prima che tutti quelli che sono stati bocciati all’esame di francese inizino a spaventarsi, No Man’s Sky non vi chiederà di apprendere un insieme complicato di grammatica, sintassi, tempi verbali, pronunce e così via. Da un punto di vista semplificato, i linguaggi saranno più come codici da decifrare. Generalmente parlando, si tratterà di sostituire una parola con un’altra. È stata una decisione deliberata, fatta per incentivare il bisogno di collaborazione e coordinazione fra i membri della community del gioco. Se capirete cosa significa una determinata parola, potrete postarla online e condividere la vostra conoscenza.

Alcune delle lingue, o meglio, una in particolare, è molto più difficile da apprendere delle altre”, aggiunge Sean. “Credo che sarà possibile decifrare alcuni dei dialoghi solamente collaborando online.

GalacticMap

“Non stiamo cercando di creare un linguaggio che la gente possa usare nel mondo reale, come quando ho imparato il Klingon da bambino perché pensavo che fosse un buon modo per rompere il ghiaccio. Non è andata come speravo!

Non mi aspetto di vedere gente alle convention che parla una delle nostre lingue. Sarebbe tremendo, non fatelo!

Si tratta più di creare una ragione davvero interessante perché la gente desideri esplorare il gioco e ottenere dei risultati rilevanti”.

Questo è quanto. Rispolverate le vostre abilità sociali e imparate le buone maniere: saranno importanti tanto quanto un dito veloce, il prossimo giugno.

I commenti sono chiusi.

3 Commenti

  • Più leggo informazioni su No Man’s Sky e più mi chiedo come abbia potuto un piccolo team come quello di Sean Murry tirar fuori un “mostro” simile… semplicemente impressionante! Probabile addio alla vita sociale per chi si vorrà fiondare in questo universo incredibile.

    • Yakiro_Matsui

      Senza componente online marcata secondo me potrebbe presto stancare.
      Mi sarebbero piaciuti dei pianeti abitati e gestiti dal computer ma anche dei pianeti disabitati di cui prendere possesso e poter costruire sopra e personalizzarlo come si vuole e ovviamente il pianeta sarebbe visitabile e magari poter lasciare un commento o un voto e consigliarlo ad altri per essere visistato.

      Secondo me è un piccolo team (credo) e giustamente non hanno voluto strafare ma se avrà successo e cresceranno credo che la componente online diverrà più marcata.

  • Yakiro_Matsui

    Se avete tempo leggete questo articolo su no man’ s sky. Trovo che sia davvero fatto bene e tutto sommato evidenzia quelli che potrebbero essere i punti deboli del gioco.

    http://www.everyeye.it/articoli/provato-no-man-s-sky-28872.html?utm_source=emailsito&utm_medium=mailweekly