Neverending Nightmares sta per arrivare su PlayStation 4 e PS Vita

1 0
Neverending Nightmares sta per arrivare su PlayStation 4 e PS Vita

Scoprite i dettagli del cupo titolo firmato Infinitap Games, che esplora la natura dei disturbi mentali

Salve, appassionati di PlayStation! Mi chiamo Matt Gilgenbach e sono il direttore creativo di Infinitap Games. Anch’io sono un grandissimo fan di PlayStation, perciò è con grande emozione che annuncio l’arrivo su PlayStation 4 e PS Vita della mia atmosferica opera horror, Neverending Nightmares. Nei prossimi mesi, potrete vivere tutti i brividi e gli spaventi della versione originale, con qualche novità a migliorare il tutto.

Neverending Nightmares è un gioco molto personale: il suo scopo è esprimere metaforicamente la mia esperienza nell’affrontare le malattie mentali, in particolare depressione e disturbo ossessivo-compulsivo. Sviluppare un gioco che esprimesse quelle sensazioni oscure è stata una vera sfida, ma io e il mio team siamo riusciti a creare un’esperienza interattiva davvero unica. Prima ho parlato di “gioco”, ma credo che, in effetti, “esperienza interattiva” sia una descrizione più adatta.

Neverending Nightmares è incentrato suul’esplorazione delle emozioni più cupe e negative: paura, orrore, ansia, disperazione, dolore e frustrazione. Non è come i soliti giochi, in cui si affrontano sfide che possono essere superate per conquistare la vittoria. Ci siamo impegnati molto per far sentire i giocatori intrappolati e indifesi. Anche dopo aver scoperto tutti i tre possibili finali, nessuno sembra un lieto fine. Costituiscono a malapena una conclusione, così come nella vita non ci sono mai finali netti e definiti.

24751065189_7715970cb3_o

Nel gioco, vestirete i panni di Thomas, un ragazzo debole e affetto da asma, che si risveglia dopo un terribile incubo. Con l’avanzare della storia, vi accorgerete che è intrappolato in una serie di incubi, uno più terrificante dell’altro. Dovrete aiutare il povero Thomas a nascondersi e a fuggire dalle inquietanti apparizioni che lo minacciano e, infine, a “svegliarsi” nel mondo reale.

Il gioco è caratterizzato da una storia a bivi davvero unica. A seconda delle vostre azioni, finirete in incubi diversi e raggiungerete finali differenti e perfino contraddittori. Abbiamo volutamente lasciato che la storia di fondo fosse ambigua e misteriosa. David Lynch ci ha influenzato molto e volevamo che gli incubi sembrassero più reali della “realtà” degli epiloghi.

25092403376_a1f9c5b4b3_o

Come potete vedere dalle immagini, lo stile abbozzato di Neverending Nightmares ricorda molto il leggendario artista Eduard Gorey. Un sistema dinamico di luci e ombre riempie le zone più buie con un numero maggiore di linee, che vengono poi animate per creare un’atmosfera più intensa: si forma così l’impressione che l’oscurità si stia sempre chiudendo su di voi.

Il sonoro di Neverending Nightmares è, senza dubbio, uno dei suoi punti forti. Il compositore Skyler McGlothlin, nominato agli IGF (Indipendent Game Awards), ha creato una colonna sonora ambient davvero cupa e opprimente. Le note discordanti di pianoforte, unite a bassi rumorosi, costituiscono un sottofondo tetro ai terrificanti suoni del gioco, che includono i respiri affannosi e doloranti di Thomas e i ringhi gutturali delle mostruosità in agguato nelle ombre.

Ci siamo presi il tempo necessario per assicurarci che le versioni PlayStation del gioco fossero perfette. Il cambiamento più importante riguarda il funzionamento dei bivi della storia. Vogliamo che i giocatori scoprano tutti i contenuti del gioco, ma molti si potrebbero fermare dopo aver visto un solo finale. Per questo, abbiamo reso i bivi più facili da riconoscere e da raggiungere. L’esperienza di gioco cambia totalmente e i giocatori PlayStation saranno i primi a sperimentare questa versione migliorata.

25025460731_10574f3f6b_o

Inoltre, ci siamo assicurati che il gioco desse il meglio di sé dal punto di vista grafico su entrambi i sistemi. Su PlayStation 4, il gioco funziona a 1080p60 con l’anti-aliasing e il motore grafico assicura un’accuratezza delle texture precisa al pixel. Poiché Neverending Nightmares utilizza un gran numero di disegni intricati, questo ha ottimi effetti sulla fedeltà grafica. Anche la versione per PS Vita garantisce sempre 60 fps con tutti gli effetti grafici attivati. Non importa quale sia il sistema PlayStation che preferite, vi aspetta un’esperienza davvero incredibile. Infine, supportiamo le funzionalità Cross-Buy e Cross-Save, quindi non sarete nemmeno costretti a scegliere tra le due versioni!

Vi ringrazio davvero per il vostro tempo. Se siete appassionati dell’horror e volete vivere un’esperienza spaventosa, cupa e atmosferica, non dimenticate di dare un’occhiata a Nevererending Nightmares.

I commenti sono chiusi.

1 Commento

  • Questo sì che è un game particolare! Molto ricercato lo stile visivo solo tratteggiato: risulta comunque sufficientemente caratterizzato e ben riuscito a giudicare dallo scopo con cui è stato sviluppato. Insomma titolo maturo che affronta tematiche che non si vedono spesso in un videogioco… tra questo e HellBlade direi che le turbe psichiche stanno diventando protagoniste. Audace.