Pubblicato il

Come le ricerche sui disturbi psichici stanno plasmando il mondo cupo in stile fantasy di Hellblade

Un nuovo video mostra come Ninja Theory intende affrontare il tema dei disturbi mentali

Ciao appassionati PlayStation, sono Dom Matthews di Ninja Theory e ho per voi un nuovo video-diario di sviluppo sulla creazione del nostro prossimo titolo per PlayStation 4: Hellblade.

Nel nostro nuovo diario, il numero 14 nella nostra serie sullo sviluppo aperto di Hellblade, parliamo di come le nostre ricerche sui disturbi mentali stiano aprendo nuove prospettive riguardo al nostro processo creativo di ideazione del mondo di Senua.

Tameem Antoniades, il Ninja direttore creativo di Ninja Theory, condivide la sua opinione riguardo al potere dei giochi di trasportare i giocatori in mondi diversi dal loro:

“Qualcuno ha detto che il mezzo più potente per descrivere le esperienze di un personaggio siano i film. Chiunque l’abbia detto non ha mai provato un videogioco. Con un buon videogioco, il giocatore entra in una sorta di trance, perde completamente il senso di sé e cade in un mondo di immagini, suoni e storia ineguagliabile da qualsiasi altro mezzo espressivo.

“Quando si raggiunge uno stato di immersione totale, si è concentrati al massimo e la solita vita di tutti i giorni svanisce. È come se, nelle profondità della mente, ci fosse un collegamento diretto con il gioco, ed è allora che proviamo vere emozioni.

“Se ci fermiamo un attimo a pensarci, ogni gioco è un mondo di fantasia con le proprie regole, nelle quali ci immergiamo volontariamente, prendendo decisioni difficili in ogni momento, per superare ardui ostacoli.

“Qui a Ninja Theory amiamo creare mondi e personaggi che significhino qualcosa per i giocatori. Con Hellblade, l’idea è di tracciare un mondo in stile fantasy come nessun altro. L’aspetto fantasy di questo gioco non si ispira alle mitologie familiari di Tolkien, George Romero o Ridley Scott.

“Si basa, invece, su fantasie completamente differenti, create dalle persone attorno a noi che hanno l’abilità straordinaria di vedere e sentire cose che la maggior parte di noi non percepisce. A volte, quello che vedono e sentono è stupendo, altre volte è cupo e sconvolgente. Alcuni l’hanno descritto come un inferno a occhi aperti.

“Questa condizione rivela il potere insito nella nostra mente di creare mondi profondi e vivi. È un’abilità che abbiamo tutti e siamo testimoni del suo potere ogni volta che sogniamo.

“Come sarebbe essere nei panni di qualcuno che vede e sente allucinazioni sulle quali non ha controllo? Molto probabilmente non è possibile rappresentarlo in modo fedele, ma crediamo che i videogiochi possano avvicinarsi più di qualsiasi altro mezzo espressivo.

“In conclusione, Hellblade sarà un gioco in stile fantasy con un forte accento sulla storia e chi conosce le nostre produzioni si sentirà a casa. Tuttavia, speriamo di riuscire a esplorare la mente di Senua più profondamente di quanto abbiamo fatto con gli altri nostri personaggi, per mostrarvi un mondo completamente diverso dal solito.”

Hellblade sarà disponibile per PlayStation 4 nel 2016. Potete informarvi sullo sviluppo di Hellblade su Hellblade.com e seguendo @ninjatheory su Twitter o su Facebook.com/ninjatheory

0 Commenti
0 Risposte dell'autore

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche