41 informazioni straordinarie che potreste non sapere su No Man’s Sky

7 0
41 informazioni straordinarie che potreste non sapere su No Man’s Sky

Un utile manuale per principianti dell'incredibile odissea nello spazio per PS4 di Hello Games

Salve PlayStation Blog! Sono Alex di Hello Games. Spero che stiate tutti bene! Come sta andando la vostra estate? Per quanto riguarda la nostra, ci stiamo ancora riprendendo dall’E3, dove Sean ha mostrato per la prima volta dal vivo il gameplay di No Man’s Sky. È stato un GRANDE SOLLIEVO vedere che la gente sembrava apprezzarlo. Non potete capire come sia emozionante mostrare dal vivo un gioco con il finale aperto come No Man’s Sky per un’audience di milioni di spettatori.

Dopo l’E3, siamo stati anche molto contenti che IGN abbia dedicato l’IGN First di luglio a No Man’s Sky. Ci auguriamo che abbiate avuto l’opportunità di dare un’occhiata agli straordinari articoli che hanno pubblicato, magari anche a questo video di 18 minuti in cui si vede Sean che esplora un pianeta.

Abbiamo riflettuto però sul fatto che No Man’s Sky è un gioco che nasconde tanti segreti e che ci sono degli elementi che non sono così evidenti, ma che potrebbero contribuire a dargli un senso, a farlo sentire vivo. Per questo abbiamo stilato un elenco di 41 fatti riguardanti il gioco che potreste non aver ancora realizzato. Ci auguriamo che li apprezziate e vi ringraziamo per il vostro sostegno. È stato fantastico condividere con voi tutto quello che abbiamo vissuto negli ultimi mesi 🙂

Lo spazio

E3_2015_Mediakit_018

    1. L’universo non è affatto infinito
      I computer non si rapportano molto bene al concetto di infinito. Comunque nell’universo ci sono 18.446.744.073.709.551.616 di pianeti e se li visitate tutti almeno per un secondo ci mettereste 585 miliardi di anni per vederli tutti…
    2. Niente succede per caso nell’universo
      Tutto esiste per una ragione e ciò che governa tutto è la matematica: ogni dettaglio ha un suo significato ed è il risultato di centinaia di regole che abbiamo ideato per crearci un universo fantascientifico da esplorare. I computer comunque non sono forti neanche con la casualità. Qui potete guardare un video che spiega come funziona la casualità.
    3. L’universo non è dentro il vostro hard disk né su un server
      Il mondo che vi circonda viene generato dal vostro sistema PS4 nel momento in cui lo visitate. Quando ve ne andate viene eliminato, ma se vi farete ritorno verrà rigenerato esattamente come era prima. Questo significa anche che potrete giocare sempre offline.
    4. No Man’s Sky non è un MMO
      Viste le dimensioni sconfinate dell’universo, ogni giocatore sarà lontanissimo dagli altri e sarà altamente improbabile visitare gli stessi pianeti.

E3_2015_Mediakit_018

    1. Ci sono robot che stanno esplorando l’universo in questo stesso istante
      Abbiamo inviato dei robot nello spazio per farci avere immagini dei pianeti. Possiamo esaminare velocemente le numerose immagini, per vedere che tipo di cose ci sono lassù e fare in modo che siano il più possibile varie ed interessanti. Ecco qua un piccolo elenco di quello che c’è lassù.

L’esplorazione

    1. Non c’è da seguire una storia
      Non ci sono filmati né personaggi, c’è un solo grande obiettivo: raggiungere il centro dell’universo. Non vogliamo raccontarvi una storia, vogliamo che siate voi a raccontarne una. No Man’s Sky parla del vostro viaggio.
    2. Farete delle vere scoperte
      Visitate per primi un pianeta o esaminate per primi una nuova specie di creature e le vostre scoperte porteranno il vostro nome quando le caricate sul beacon e tutto il mondo le potrà vedere. Potrete anche scegliere come chiamarle. (Ma ci saranno dei filtri!)

E3_2015_Mediakit_018

    1. L’Atlas contiene tutto quello che è stato scoperto
      Il simbolo di No Man’s Sky rappresenta il database di tutto quello che i giocatori hanno scoperto e scelto di condividere con il mondo. È probabilmente l’elemento più importante dell’universo e contiene le scoperte di cui neanche noi sapevamo niente.

E3_2015_Mediakit_018

    1. Troverete antichi artefatti e astronavi distrutte
      Questi oggetti possono portarvi a scoprire nuove tecnologie, che a loro volta possono potenziare le abilità della vostra navicella, della vostra tuta e del vostro strumento multi-funzione.
    2. Il jetpack è il miglior amico di un esploratore
      Può togliervi dai guai in molte occasioni e portarvi in posti altrimenti irraggiungibili.

I pianeti

    1. I pianeti sono diversi a seconda della loro posizione nello spazio
      Quelli più vicini al loro sole si presenteranno più desolati; quelli più lontani tenderanno a essere più freddi. I pianeti a mezza strada saranno quelli più ricchi di esseri viventi.

E3_2015_Mediakit_018

    1. La maggior parte dei pianeti è desolata
      Pochi pianeti saranno ricchi di vegetazione e animali. Per la maggior parte saranno desolati, ma anche questi possono essere fonte di grande ricchezza.
    2. I pianeti possono essere tossici
      Alcuni pianeti possono essere trappole mortali, con radiazioni o altri pericoli che potrebbero uccidervi in pochi minuti. Per riuscire a sopravvivere dovrete potenziare la tuta.
    3. Anche le montagne lontane sono posti reali
      No Man’s Sky non genera soltanto l’ambiente intorno a voi, ma anche l’intero pianeta, solo con un livello più basso di dettagli, quindi tutti gli oggetti distanti che vedete all’orizzonte sono posti reali dove poter andare.

E3_2015_Mediakit_018

    1. I pianeti hanno il ciclo giorno-notte
      Se volate nella zona d’ombra del pianeta, vi ritroverete nell’oscurità. Mentre le creature diurne dormono, altre saranno sveglie.

Le astronavi

    1. Conviene potenziare la propria astronave
      Esistono vari potenziamenti possibili che riguardano la velocità, la manovrabilità, la portata del salto nell’iperspazio o la potenza delle armi.

E3_2015_Mediakit_018

    1. Si può avere una sola astronave alla volta
      Scegliete un’astronave adatta ai vostri scopi, siano essi il commercio (grande spazio per le merci), il combattimento (velocità e armi) o l’esplorazione (una buona distanza di salto nell’iperspazio). Se poi cambiate idea, ne potete sempre prendere una nuova.

E3_2015_Mediakit_018

    1. Potrete acquistare nuove astronavi
      Le stazioni spaziali offrono un’ampia scelta di astronavi, ma se ne vedete una che fa al caso vostro prendetela subito, prima che arrivi la nuova collezione.
    2. Non resterete mai senza un’astronave
      Se morite e restate senza soldi, vi verrà sempre fornita un’astronave gratuitamente. Non sfreccerà alla velocità della luce, ma vi condurrà sui vari pianeti per ripartire daccapo.
    3. Vi servirà il carburante
      Nei vari sistemi stellari sarete liberi di volare quanto volete, ma per poter saltare da un sistema all’altro vi serve il carburante per il salto nell’iperspazio che potrete acquistare alle stazioni spaziali o ricavare dalle superfici dei pianeti.

I combattimenti

E3_2015_Mediakit_018

    1. Potete diventare fuorilegge
      Se sconvolgete l’equilibrio dei pianeti sfruttandone troppo la superficie o uccidendone le creature, le Sentinelle vi daranno la caccia. Se invece attaccherete altri velivoli nello spazio, attirerete l’attenzione della polizia. Più vi fate notare, più loro si accaniranno su di voi.
    2. Le Sentinelle non sono ovunque
      Non tutti i pianeti sono protetti da un sistema di polizia: questi paesi della cuccagna non protetti dalle leggi sono fonti preziose di risorse.
    3. Lo spazio non è un posto tranquillo
      In tutto l’universo ci sono fazioni che lottano costantemente tra di loro per il controllo del territorio. Se sceglierete di aiutarne una, vi ricompenserà, ma allo stesso modo se ne attaccate un’altra, se ne ricorderà. Ma potete anche scegliere di evitare il conflitto completamente.

E3_2015_Mediakit_018

    1. Potete schierarvi con le fazioni
      Se scegliete di simpatizzare con una fazione, essa si schiererà dalla vostra parte proteggendovi nei conflitti con i vostri rivali.
    2. Il vostro strumento multi-funzione è un’arma versatile
      Gli strumenti multi-funzione dispongono di una modalità di sparo di base, ma alcuni contengono diversi attacchi più potenti. Inoltre potete trovare delle tecnologie per potenziarli.
    3. La morte non è la fine di tutto
      Però è un problema. Se morite su un pianeta, vi ritroverete di nuovo in vita nella vostra astronave, ma avrete perso gli oggetti che non avevate immagazzinato e le scoperte che non avevate caricato. Se invece morite nello spazio, vi ritroverete di nuovo in vita nella stazione spaziale più vicina, senza la vostra astronave, gli oggetti e le scoperte.

Le creature

E3_2015_Mediakit_018

    1. I pianeti sono abitati da creature uniche
      Le creature sono generate proceduralmente, con forme, dimensioni, colori e comportamenti che variano enormemente. Scoprirete innumerevoli nuove specie nel vostro viaggio.
    2. I richiami degli animali sono generati proceduralmente
      Abbiamo creato un software speciale che modella la gola, permettendoci di definire i richiami degli animali in base alle dimensioni e alla forma del loro corpo. I rumori di ogni pianeta sono unici. Date un’occhiata qui per capire come funziona.
    3. Gli animali possono attaccarvi
      Ma pensateci due volte prima di contrattaccare. Se le Sentinelle vi vedono uccidere una creatura vi attaccheranno. Spesso la cosa migliore da fare è spaventarli o fuggire per preservare l’equilibrio naturale del pianeta.

E3_2015_Mediakit_018

    1. Gli animali seguono delle routine quotidiane
      Alcuni raggiungono gli specchi d’acqua per bere e di notte dormono, mentre altri escono solo con il buio.
    2. Alcuni animali sono predatori
      Vedrete in azione la catena alimentare, in cui alcune specie vengono depredate da altre. E scoprirete che voi non state in cima alla catena.

L’economia

    1. Le Unità sono la valuta dell’universo
      Guadagnerete Unità in vari modi: vendendo risorse alle stazioni commerciali, uccidendo i pirati, caricando le scoperte sull’Atlas.
    2. I prezzi di mercato delle risorse variano
      Potete trovare rotte commerciali remunerative, per esempio estraendo risorse in un sistema per poi rivenderle in un altro. Per sfruttare al meglio la vostra astronave per fini commerciali, vi converrà investire in una con molto spazio per il trasporto. Qui trovate un video sul commercio.

E3_2015_Mediakit_018

    1. Lo spazio è pieno di convogli di merci
      I mercantili, condotti dalle astronavi ammiraglie, viaggiano regolarmente lungo le rotte commerciali, inviando navicelle alle stazioni commerciali che incontrano sul loro tragitto. Potete scegliere di attaccarli e derubarli, ma le loro difese sono molto forti e potreste imbattervi nei pirati che hanno avuto la vostra stessa idea…
    2. Le risorse non servono solo per il commercio
      Ne avrete bisogno per realizzare le tecnologie necessarie per i potenziamenti. Le risorse più rare possono essere trovate solo in certi tipi di sistemi.

E3_2015_Mediakit_018

    1. Per un’estrazione efficiente servono determinati potenziamenti
      Lo strumento multi-funzione può sempre distruggere i cristalli, ma dovrete potenziarlo se volete estrarre le risorse che si trovano nelle rocce più dure. Forse ci sono tecnologie che consentono un rendimento ancora più grande…

Il gioco

  1. Ha una musica strabiliante
    I 65daysofstatic sono la band preferita di Sean e stanno realizzando la colonna sonora di No Man’s Sky. Siamo molto contenti di questa scelta.
  2. C’è stato un concerto alla PlayStation Experience
    I 65daysofstatic sono venuti con noi a Las Vegas e hanno fatto un concerto. È stato incredibile. Lo trovate qui.
  3. La musica sarà procedurale
    La colonna sonora dei 65daysofstatic verrà usata per generare musica procedurale, influenzata dalla vostra posizione e da quello che state facendo. In certi punti ci saranno canzoni intere, ma sarete voi a scoprire quando e perché…
  4. No Man’s Sky si ispira alla fantascienza classica
    Soprattutto a quelle copertine fantastiche e vibranti che presentavano una visione del futuro che non era cupo e in cui la tecnologia e l’esplorazione erano fonte di speranza. Ecco un video sulle nostre fonti di ispirazione.
  5. Quello che abbiamo mostrato nel nostro annuncio è stato realizzato da quattro persone
    Potete leggere la storia del gioco qui. Da allora, la squadra di No Man’s Sky si è ampliata, ma solo un po’, raggiungendo le 13 persone. Ci piace essere in pochi.

E3_2015_Mediakit_018ù

Per maggiori informazioni, clicca qui.

I commenti sono chiusi.

7 Commenti

  • Hello Games ♡
    Non vedo l’ora di immergermi in questo mon… ehmm… Universo ^^

  • Investigaelfo

    Una delle robe più belle mai pensate. Se sarà all’altezza lo scopriremo solo quando il gioco uscirà, di certo è uno dei giochi che aspetto di più in assoluto.

  • Non vedo l’ora che esca!!! Data di uscita? Speriamo che tutta questa attesa non venga delusa….

  • Massivo,a quando una data di lancio?

  • Tanto hype per questo titolo! Speriamo che la vastità non diventi nemica del suo successo!

  • Yakiro_Matsui

    Per come è concepito mi ha davvero incuriosito. Speriamo bene perchè potrebbe essere davvero un gran gioco.

  • Tanta roba per essere “solo” un Indie.
    Rispetto per Sean Murray e Hello Games.