La classica avventura King’s Quest rivivrà su PS3 e PS4 nel 2015

3 0
La classica avventura King’s Quest rivivrà su PS3 e PS4 nel 2015

L’amata serie della Sierra è stata re-immagianta da The Odd Gentlemen. Parola a Matt Korba.

Sono cresciuto giocando i King’s Quest a casa di mio zio, e rimane la mia serie di giochi preferita di sempre. Ricordo ancora la semplice gioia di scrivere “mangia carota” e scoprire che Graham avrebbe risposto. Il giorno in cui risolsi l’enigma Cliffs of Logic prima di mio zio rimane uno dei momenti nei videogiochi di cui sono più orgoglioso. Questi giochi traboccavano di meraviglie, humour, enigmi intriganti e ottimo gameplay, tutto confezionato in una storia affascinante che poteva essere apprezzata da giocatori di tutte le età.

King’s Quest significa qualcosa per tutti qui a The Odd Gentlemen. È parte di ciò che siamo. E è il motivo per cui siamo così orgogliosi di continuare la sua tradizione con un nuovo e completamente re-immaginato King’s Quest. Oggi vi mostriamo le prime immagini di un gioco in cui abbiamo messo tutto il nostro cuore per ormai quasi un anno.

Fin dall’inizio abbiamo voluto celebrare le radici di King’s Quest mentre aggiungevamo nuove direzioni da esplorare. Il nostro gioco si apre con il Re Graham – considerato il più grande avventuriero mai vissuto – che condivide i racconti della sua vita con la sua curiosa nipote, Gwendolyn. Ed è attraverso questi racconti che speriamo di insegnare ad una nuova generazione di giocatori cosa ha reso King’s Quest così memorabile.

È sempre stato molto importante per noi ottenere l’approvazione dei creatori originali di King’s Quest, e quindi ero molto nervoso quando abbiamo finalmente incontrato Roberta e Ken Williams. Abbiamo affrontato con umiltà il compito di portare avanti l’eredità della Sierra, ed eccoci di fronte alle persone che avevano fondato l’azienda – che ci avevano regalato King’s Quest 30 anni fa. Gli sarebbe piaciuto il nostro gioco? Avevamo trovato il giusto equilibrio tra gameplay e storia? Il nostro lavoro li avrebbe colpiti tanto quanto il loro aveva colpito noi? Una cosa è incontrare i tuoi eroi – un’altra completamente diversa è confrontarsi con i loro risultati.

La mia ansia è scomparsa non appena i Williams sono entrati nella stanza. È stata una delle esperienze più magiche della mia carriera. Roberta e Ken sono persone meravigliose, piene di gioia e grandissimi conoscitori degli adventure game. Gli abbiamo mostrato i nostri concept art, spiegato la storia e infine presentato il gioco.

La stanza era piena di sorrisi, risa e sorprese. Abbiamo anche avuto un’interessante conversazione con Roberta sul futuro di Sierra, King’s Quest e The Odd Gentlemen. Ascoltare i consigli di qualcuno che ti ha sempre ispirato è semplicemente fantastico. Grazie a questo incontro abbiamo scoperto quanto le nostre idee creative fossero allineate e quanto avessimo in comune. Ci siamo sentiti entusiasti e pieni di energia per il lavoro che stavamo facendo.

E tutto questo prima di ricevere questo messaggio da Roberta:

A Matt e Lindsey,

Anch’io voglio ringraziarvi per la stupenda mattinata di ieri dove ho rivissuto la mia vecchia vita di game designer di Sierra. Ammetto che ero un po’ scettica all’inizio, e anche un po’ nervosa perché erano davvero tanti anni che non facevo più parte del mondo dei giochi del computer (notate che li chiamo giochi del computer e non videogiochi; il che dimostra di quanti anni fa stiamo parlando!). Ma voi ragazzi mi avete esaltata con le vostre idee, la vostra creatività e la bellezza del nuovo King’s Quest. Ma soprattutto, ho visto che siete veramente le persone giuste per trasportare King’s Quest nel 21esimo secolo e presentarlo a una generazione completamente nuova. Sapete davvero come farlo!

Non vedo l’ora di vedere come si sviluppa, e di giocarlo io stessa – e davvero non vedo l’ora di vedere come spazza via la competizione!

A presto – Roberta

King’s Quest volta pagina e arriva al nuovo capitolo il prossimo autunno su PS4 e PS3, e non vediamo l’ora di condividere di più con voi nei prossimi mesi. Fino ad allora, leggeremo i vostri commenti e le vostre domande qui sotto e cercheremo di rispondere ove possibile. Potete raggiungerci anche via Twitter @theoddgentlemen con #KingsQuest – ci piacerebbe molto ascoltare i ricordi più cari che avete delle vostre avventure!

I commenti sono chiusi.

3 Commenti

  • Bellissima notizia e spero che il successo porti a rifare serie storiche come Space quest e Leisure suit Larry.

    Peccato che rifanno sempre i l primo capitolo e poi non rifanno gli altri.
    Anche di Leisure suit Larry hanno rifatto il primo capitolo dopo pochi anni in vga 256 colori e interfaccia migliorata e in questi anni lo hanno ancora rifatto ma senza poi passare ai capitoli successivi.

    Però devono stare attenti a non farlo troppo difficile come era in passato perchè i giocatori moderni sono abituati agli assassin creed che ti prendono per mano dall’ inizio alla fine, quelle avventure potrebbero rappresentare un’ ostacolo troppo grande…

  • Beh visto il trailer ho già capito che non è un avventura grafica.

  • Sarò sincero: nonostante i miei 31 anni (sì sono vecchio ormai >_>) non ho mai sentito parlare di questa serie. Per contro, il nome Sierra rievoca in me alcuni ricordi del passato ma francamente non sapevo che la compagnia fosse “rinata”… tanto meglio!
    Comunque, la verità è che questo King’s Quest è riuscito a stuzzicarmi e ciò non è poco, visto che solitamente non amo il genere fantasy. Devo dire che il trailer è splendido: ottima grafica, musica pregevole e gameplay apparentemente dinamico quanto basta per reggere l’urto degli anni duemila. Insomma, seguirò lo sviluppo e mi auguro possa essere all’altezza delle aspettative generate… il fatto che arrivi pure su PS3 non fa che rendermi ancora più interessato al progetto 😀