Ecco a voi One Way Trip per PS4, Vita: un viaggio allucinante verso la morte

5 0
Ecco a voi One Way Trip per PS4, Vita: un viaggio allucinante verso la morte

Se cercate qualcosa di completamente differente...

Ciao a tutti, sono Michael Frauenhofer, il Project Lead di One Way Trip. Ormai è circa un anno che lavoriamo allo sviluppo di One Way Trip e abbiamo ben chiaro in mente che cosa cerchiamo in una piattaforma per realizzare la migliore versione possibile del nostro gioco, quella dei nostri sogni: comandi versatili e flessibili, un hardware così potente da permetterci di realizzare una imponente grafica ricca di dettagli…

Ed è per queste ed altre varie ragioni che siamo molto contenti di annunciare che One Way Trip uscirà esclusivamente su PS4 e PS Vita al suo debutto il prossimo anno. La potenza di entrambi i sistemi ci dà la possibilità di pensare in grande in ogni aspetto permettendoci così di concentraci al meglio sul gioco stesso.

In One Way Trip, tu e tuo fratello Barry scoprirete che siete stati avvelenati in un attacco di massa attraverso le condutture idriche: gran parte della nazione ha subito la stessa sorte e vi rimangono soltanto sei ore di vita, durante le quali soffrirete tutti di allucinazioni e vi sentirete “sballati”. In altre parole, il gioco presenta l’atmosfera surreale che si verrebbe a creare se scopriste che voi e i vostri cari state per morire e doveste elaborare questa informazione mentre le vostre membra assumono la forma di delfini dei fumetti.

Tweet image

Ma One Way Trip riguarda soprattutto la mortalità e il prezzo da pagare per le opportunità che vengono offerte. È molto probabile che non ce la farete a portare a termine tutti gli obiettivi, ma avrete la libertà di scegliere che cosa davvero conta nella vostra vita.

Il gioco realizza questi obiettivi nella modalità storia attraverso un misto di diramazione basata sulle scelte e un approccio più procedurale sempre basato sulle scelte. In qualsiasi punto della storia, ognuno è intento a vivere la propria vita e a impegnarsi per raggiungere gli obiettivi prefissi, alterando la struttura globale della narrazione.

È un gioco in cui avrete la possibilità di conoscere tutti gli altri oppure stare al fianco del vostro migliore amico per tutto il tempo: il mondo intero, comprese le relazioni tra i vari personaggi, si adatteranno alle vostre scelte. Non è un gioco in cui bisogna aumentare il livello o i punti di amicizia: l’obiettivo è quello di creare relazioni che siano il più possibile profondamente umane e complesse, sia a livello immediato, in un singolo momento, sia su un piano di gioco più lungo.

DN_011 DN_020DN_CO-OP_004

Mentre altri giochi arrivano a vari punti di diramazione permettendo al giocatore di compiere alcune scelte fondamentali, il nostro scopo è sempre stato quello di creare un gioco che si adattasse allo stile personale di ognuno, in modo da ottenere, a seconda delle scelte effettuate, un gioco violento di azione in stile cinematografico o un viaggio tranquillo, meditativo e filosofico dove il giocatore non prende mai in mano un’arma.

“Il gioco presenta l’atmosfera surreale che si verrebbe a creare se scopriste che voi e i vostri cari state per morire e doveste elaborare questa informazione mentre le vostre membra assumono la forma di delfini dei fumetti.”

Per quanto riguarda i combattimenti, secondo un’opinione corrente le battaglie, se presenti, tendono a prendere il sopravvento sul gioco. Se le battaglie presentano una certa profondità meccanica in grado di farle rimanere interessanti per tutto il gioco, è importante averne diverse per mettere in evidenza ed esplorare questa profondità, cosicché i giocatori trovino motivazioni sufficienti per imbracciare i fucili e mettersi a sparare, invece di fornire loro altre opzioni con cui esprimersi nel gioco.

Nel corso dello sviluppo del gioco, abbiamo cominciato a renderci conto dell’importanza di questa dinamica e ci siamo quindi preoccupati di come avrebbe influito sull’equilibrio della narrazione, ma ormai ci eravamo completamente innamorati del sistema di combattimento che stavamo creando, per cui abbiamo deciso di separarlo dal resto del gioco e creare una modalità specifica a parte, di dimensioni e scopo paragonabile alla modalità storia.

Aggiungeremo altri particolari di questo aspetto nei prossimi post, ma in breve, questa modalità mette insieme i migliori elementi dei giochi di ruolo di strategia a turni con quelli degli sparatutto moderni in prima e terza persona per andare a creare un formato dungeon crawl di sopravvivenza Avrete la possibilità di creare una squadra di personaggi, personalizzare le loro attrezzature, e poi fare del vostro meglio per sopravvivere e ottenere opzioni e potenziamenti migliori, il tutto accompagnato dalle battaglie sincronizzate con il ritmo della nostra colonna sonora hip-hop originale!

Vi faremo sicuramente sapere qualcosa di più di come procede lo sviluppo del gioco, ma per il momento vi diciamo che ce la mettiamo tutta nella realizzazione di One Way Trip, in modo che sia un’esperienza incredibile. Siamo davvero emozionati all’idea che quando finalmente riuscirete a giocarci sarà con un controller DUALSHOCK 4 o una PS Vita nelle mani!

14156776550_33bb376b0b_o

I commenti sono chiusi.

5 Commenti

  • Spettacolo! 😀

  • Hmm molto particolare come gioco (strano gioco direi), ma staremo a vedere xD

  • Che gioco assurdo questo! Già dal video del resto si nota quanto sia bizzarro e abbastanza incomprensibile. Il comparto visivo sembra altrettanto originale e visionario, per non parlare delle meccaniche di gioco che fatico a capire… anche se sembrerebbero un’ibridazione di vari generi diversi. Comunque innovativo e potenzialmente interessante l’approccio narrativo che c’è dietro al progetto. Boh di certo agli autori il coraggio di osare non manca proprio! Che si saranno fumati? 😛

  • Che trip!!!!!

  • Di sicuro sa come farsi notare… E’ davvero qualcosa di diverso!