Il gameplay di MouseCraft per PS Vita spiegato in un nuovo trailer

1 0
Il gameplay di MouseCraft per PS Vita spiegato in un nuovo trailer

Rob Clarke ci parla del nuovo nuovo rompicapo al formaggio di Curve Digital

Fin dall’inizio abbiamo concepito MouseCraft come un gioco accessibile, ben progettato e con un gameplay avvincente, ma l’aspetto più appariscente è sicuramente il nostro personaggio principale: è lui la stella del nostro nuovo trailer ed è lui il protagonista, sempre sullo sfondo di tutti i livelli del gioco. Ecco a voi Schrödinger, il nostro gatto-scienziato pazzo.

scientist

Per chi non lo sapesse…
MouseCraft è il nostro nuovo rompicapo di ricerca del sentiero, in cui i giocatori aiutano un gruppo di topolini a trovare il formaggio accumulando tetramini lungo la strada.

Il gioco vuole essere un rompicapo da affrontare in famiglia o con gli amici, ma non ci siamo dimenticati dei giocatori più accaniti e di quelli che amano collezionare di tutto: gli 80 livelli del gioco sono pieni di oggetti collezionabili, trofei, nemici, pericoli e sette diversi tipi di mattoncini tetramini.

L’unica cosa che non cambia mai nel corso del gioco è lo scopo: aiutare un gatto portando un gruppo di topolini al formaggio.

mousecraft_screen1

Una mente brie-llante?
Ok, ma chi è questo gatto? È uno scienziato di nome Schrödinger che vive nel remoto mondo di Cohesia e ha dedicato tutta la vita a studiare la possibilità di generare energia dal “moto dei topi”. I suoi studi non hanno portato ancora a innovative scoperte o invenzioni, ma lui spera che presto le cose prendano una piega diversa visto che sta lavorando a una misteriosa macchina alimentata da topi.

Come già detto, questa macchina è alimentata dal movimento dei topi e non c’è motivo migliore per far muovere un topo che mostrargli un bel pezzettone di gustoso formaggio. Schrödinger non sembra un tipo molto sveglio, però ha pensato bene di nascondere un pezzetto di formaggio in varie parti della macchina, così ogni volta che un topo raggiunge il formaggio preme un pulsante che fa attivare quella parte della macchina.

Come ogni scienziato che si rispetti, Schrödinger non è interessato ai soldi, lui agisce per amore della scienza. Purtroppo però la quantità di formaggio necessario per portare a termine i suoi esperimenti è molto elevata e implica una notevole spesa. Dopo svariati tentativi di far funzionare il suo progetto, finisce per rimanere a secco e deve ricorrere a tutti i suoi risparmi per comprare gli ultimi pochi pezzetti di formaggio. Disposti qua e là con parsimonia, questi pezzetti di formaggio sono l’ultima possibilità per Schrödinger di far funzionare la sua invenzione, ma questo sarà possibile solo se i topolini riescono a trovare la strada per il formaggio.

Ed è qui che fa la sua comparsa il giocatore: è lui che dovrà aiutare Schrödinger a far funzionare la sua invenzione. Per riuscirci, tutte le parti della macchina devono essere attive. Ce ne sono 80, quindi, facendo due calcoli, il giocatore dovrà guidare almeno 80 topolini al formaggio per poter completare il gioco e scoprire perché la macchina è così importante per il nostro gatto-scienziato pazzo.

Ma non vogliano rovinarvi le sorprese del gioco, quindi ci fermiamo qui: il resto del gioco lo scoprirete quando uscirà e cioè  il 9 luglio.

Nel frattempo, vi ringraziamo per aver letto questo nostro post. Alla prossima!

purpose

I commenti sono chiusi.

1 Commento