Stick It to The Man! in arrivo su PS Vita e PS3

6 0
Stick It to The Man! in arrivo su PS Vita e PS3

Stick It To The Man screenshot (8)

Ciao, mi chiamo Klaus Lyngeled, sono il fondatore di una piccola game company chiamata Zoink! con sede in Svezia. Finalmente posso annunciare il nostro ultimo gioco, ed è quindi con gioia che vi presento Stick It to The Man!

In breve, è un gioco di lettura del pensiero,ambientato in un mondo di carta e adesivi. Già, sembra incredibile, ma capirete tutto non appena vedrete il trailer che annuncia il gioco. E quindi fatelo! Subito!

Come vedete, è un mix di gioco d’avventura e di piattaforme. La storia verte intorno al nostro sfortunato protagonista, Ray, che finisce in coma e si risveglia con un braccio flessibile rosa lungo 5 metri che gli spunta fuori dalla testa. Il braccio gli permette di ascoltare i pensieri di chiunque, sotto forma di monologo interiore. E non finisce qui. Ray può anche instillare pensieri nella testa degli altri, può modificare ciò che pensano e può persino estrarre oggetti dai loro pensieri.

Come avrete immaginato, un simile potere è decisamente utile, infatti Ray si ritrova presto inseguito da inquietanti agenti e da un misterioso personaggio chiamato The Man.

Nel gioco ci sono oltre 100 personaggi, ed è possibile leggere nella mente di tutti quanti. Abbiamo dovuto registrare oltre 10 ore di recitazione. Detto così sembra un lavoraccio, ma ce la siamo spassata! I dialoghi sono stati scritti dall’autore di Adventure Time, Ryan North. Sono sicuro che non riuscirete a non ridere durante il gioco. Se non ridete, beh, avete dei problemi. Con rispetto parlando!

Stick It To The Man screenshot (1)Stick It To The Man screenshot (7)

In qualsiasi momento del gioco potete attivare quella che noi chiamiamo “modalità mega-cervello vibrante” (che solitamente si chiama lettura del pensiero, ma il nostro nome è decisamente più suggestivo). Tutti i personaggi sullo schermo (compresi gli animali e, quando compaiono, i fantasmi) sveleranno i loro cervelli in modo che possiate infilarvici il vostro super-braccio per ascoltare i loro pensieri più reconditi. Con tutti i dettagli, da quelli più scandalosi a quelli più strambi. Cosa pensa davvero il dottore mentre vi visita? L’anziana sull’autobus è un alieno? Cosa, o chi, ha mangiato a colazione il coccodrillo?

Sono particolarmente contento della sceneggiatura e dei personaggi che incontrerete. Alcuni personaggi sono davvero interessanti:il boss della mafia patito di discomusic che non esita a “far sistemare” i rivali, laYeti quasi calva innamoratadella sua guardia capelluta, il direttore di un manicomio con personalità multipla, per non parlare del Babbo Natale, che non mancherà di fare una comparsata. Li abbiamo tutti noi! Come una vera festa, ma molto più strana!

La settima scorsa abbiamo mostrato un’anteprima del gioco alla Nordic Game Conference e siamo stati sopraffatti dalle fantastiche reazioni. Alla gente sembra essere decisamente piaciuto. Non vediamo l’ora di farlo provare a tutti quanti.

Stick It To The Man screenshot (6)

Stiamo finendo ora gli ultimi capitoli del gioco, dopo di che ci vorranno un paio di mesi per i ritocchi. Il gioco uscirà quest’anno su PS3 e PS Vita ma prima di allora avremo tante cose da mostrarvi.

Vi diamo appuntamento alla prossima occasione, nel frattempo… tenete duro! Seguite il gioco su Facebook e diteci come vi sembra.

I commenti sono chiusi.

6 Commenti

  • Questo gioco sembra fico!!

  • intelligente e stiloso ^^

  • Umea_Envyniatar

    idea interessante, sono curioso di vedere come si inserirà la possibilità di leggere i pensieri e incollare gli stickers senza suggerire cosa fare al giocatore..

  • il video mi ha intrigato e penso proprio di prenderlo. Peccato esca in un periodo pieno di giochi(da luglio in poi non so come fare LOL)

  • Bello!!!! Mi sembra di intravedere ispirazione da Psychonauts (ma in 2D!), e po’ da Ghost Trick (DS)!
    Ergo, per me è da prendere al lancio!
    Versione scatolata o solo PS Store?

  • Titolo strampalato ma interessante. Se le meccaniche di gioco sono ancora tutte da valutare, è indubbio che di stile ne abbia da vendere. Non so voi, ma a me ricorda un po’ (molto :P) anche lo stile delle produzioni animate di Cartoon Network: Ed, Edd ed Eddy vi dice nulla?