Aggiornamento Video Store dell’8 aprile 2013

2 0

Un saluto a tutti i lettori di PlayStation Blog! Questa settimana arrivano due nuovi film sul Video Store per voi.

Wreck-It Ralph

Ralph Spaccatutto – Da Walt Disney Animation Studios arriva Ralph Spaccatutto, un divertentissimo viaggio ambientato nel mondo dei videogiochi arcade. Per anni Ralph ha avuto il ruolo del cattivo nel suo famoso videogioco. Con una mossa ardita, si lancia in un’avventura all’insegna dell’azione per dimostrare a tutti di essere un autentico eroe dal cuore grande. Man mano che esplora mondi nuovi ed elettrizzanti, Ralph si allea con alcuni improbabili nuovi amici tra cui l’esuberante e un po’ picchiatella Vanellope von Schweetz. Poi, quando un malvagio nemico minaccia il loro mondo, Ralph capisce che il destino dell’intera comunità dei videogiochi è nelle sue enormi mani.

Disponibile da ora per l’acquisto a partire da €15.99

Death Race 3 Inferno

Death Race 3: Inferno – Carl Lukas (Luke Gross) in arte Frankenstein, è un leggendario pilota della sanguinosa corsa conosciuta come Death Race, in cui si decide il destino dei detenuti nelle più feroce competizione di sempre: la prima Death Race nel deserto. Attraverso l’infernale deserto sudafricano del Kalahari, Lucas si scontra con spietati avversari e potenti forze che lavorano nell’ombra per asicurare la sua sconfitta. Con Danny Trejo, e Ving Rhames, Death Race: Inferno è una corsa folle all’insegna del brivido e dell’azione.

Disponibile da ora per il noleggio e/o l’acquisto, da €4.09 a €15.99

Entrambi i titoli saranno disponibili sul PlayStation Store in tutto lo splendore HD dei 1080p!

Buon divertimento!

I commenti sono chiusi.

2 Commenti

  • Stupendo Ralph Spaccatutto infatti ho prenotato il bluray. 🙂

  • Che noia che questo maledetto Video Store non sia disponibile nel mio Paese .-. Titoli allettanti questi! Tra l’altro, non ho ancora avuto modo di vedere Wreck-it Ralph ma da ciò che ho visto mi pare di capire che non sono presenti personaggi o mascotte espressamente legate a Sony: peccato perché poteva essere una scelta strategica e di marketing davvero interessante, e perché no, vincente!