Divekick – La gemma del fighting in arrivo su PSN

2 0
Divekick – La gemma del fighting in arrivo su PSN

Ciao ragazzi,
diamo il benvenuto a Adam Heart, creatore del folle Divekick!

Divekick on PSN

Divekick è nato come uno scherzo di mezzanotte. Ho chiesto al mio amico Stephen: “E se facessimo un gioco chiamato Divekick, i cui protagonisti siano Dive e Kick e gli unici due comandi siano “Dive” (affondo, tuffo. ndr) e “Kick” (calcio. ndr)?”. Senza pensarci troppo, Stephen mi ha risposto con orgoglio che poteva realizzarlo. La mattina successiva avevamo già messo tutto su carta ed eravamo pronti ad iniziare. Era tutto vero: Stephen sa davvero come si crea un videogioco. Quando feci quella battuta non lo sapevo!

Durante lo sviluppo del prototipo ci siamo accorti che questo gioco è un ottimo esempio di quanto una singola mossa possa essere strategicamente profonda. Tutto lo stress e la tensione derivati dal gioco hanno tenuto incollati i ragazzi del nostro gruppo di test. Non riuscivamo a sbarazzarci di loro! Invitavamo delle persone a fare dei test di quattro ore, ma dopo 14 ore erano ancora lì a ridere e a sbraitare l’uno contro l’altro!

Sono felicissimo di poter finalmente mostrare il frutto del nostro lavoro al pubblico. Fidatevi: dovete provare il gioco per capire a fondo di cosa si tratti! Noi ci stiamo giocando negli uffici di Iron Galaxy ininterrottamente da sei mesi, durante le pause pranzo.

Col crescere della bravura del giocatore e col contemporaneo diminuire degli errori, Divekick mostra il meglio di sé: a quel punto il gioco diventa semplicemente una gara a chi riesce ad essere più furbo e ad ingannare l’avversario. Questa skill è il cuore di ogni gioco di combattimento e visto che abbiamo deciso di sbarazzarci di tutte le barriere dei fighting classici, rappresentate da esecuzioni precise e da processi di memorizzazione, siamo riusciti ad attirare un grande numero di curiosi che sono diventati avversari pericolosissimi.

Quindi, come funziona il gioco? Il gameplay è semplice ma profondo abbastanza da attirare anche i giocatori appassionati di strategia. Avete solo due pulsanti. L’affondo (in aria) vi farà saltare in alto. Il pulsante del calcio vi farà atterrare di piede verso in basso con una certa angolazione. Se premete il tasto del calcio mentre siete ancora a terra, salterete per evitare l’attacco del vostro avversario. Chi riesce a colpire per primo vincerà il round. Chi riesce a portare a casa cinque round vincerà la partita. E’ pura adrenalina, attenzione e furbizia.

Mentre attaccate, riempirete il Kick Meter. Ogni gioco di combattimento ha bisogno di una barra da riempire, giusto? Se riuscirete a riempire il Kick Meter, raggiungerete il “Kick Factor” e diventerete molto più veloci di prima. Non fatevi colpire in testa perché se lo farete subirete una concussione. I giocatori con una concussione perderanno tutta la carica raggiunta nel Kick Meter e si muoveranno molto più lenti all’inizio del round successivo.

Divekick on PSNDivekick on PSN

Ogni personaggio ha due tecniche uniche: una può essere eseguita da terra, l’altra in aria. Potrete compierle riempiendo a sufficienza il Kick Meter e premendo entrambi i tasti allo stesso momento. Se finirà il tempo, il giocatore che riuscirà a tenere questa posizione più vicino al centro dello schermo vincerà il round.

Grazie per aver letto questo articolo sul nostro folle gioco. Abbiamo molte altre cose da rivelarvi e lo faremo man mano che ci avvicineremo al rilascio del titolo su PSN, che avverrà questa estate. Speriamo di aver convinto voi e i vostri amici a provarlo!

I commenti sono chiusi.

2 Commenti

  • Mah….Il video é simpatico finché non arrivano a mostrare il gioco vero é proprio. Personalmente sono un fan dei videogames amatoriali, e di picchiaduro ne ho provati davvero tanti, ma questo qui sembra davvero noiso e mal fatto.

  • Anch’io come Dyon ho qualche dubbio legato alla giocabilità del titolo perché faccio fatica a capire come si possa rendere un gioco di combattimento profondo quando in sostanza ci sono soltanto due tipi di comandi. Percontro personalmente lo stile visivo scelto per questo gioco lo trovo abbastanza cool e anche i personaggi parrebbero piuttosto ben caratterizzati. Sicuramente però sarà il gameplay a fare la differenza… speriamo gli sviluppatori sappiano ciò che stanno facendo.