Deadly Premonition: The Director’s Cut arriva su PlayStation 3 nel 2013

10 0
Deadly Premonition: The Director’s Cut arriva su PlayStation 3 nel 2013

Deadly Premonition

Quando uscì nel 2010, Deadly Premonition riscosse subito un grande successo, tanto che detiene tutt’oggi il Guinness World Record e continua ad avere un caloroso sostegno da tutti i fan del mondo.

Sulla base di questo affetto, abbiamo accolto i suggerimenti dei nostri fedeli fan e siamo lieti di annunciare Deadly Premonition: The Director’s Cut.

Deadly Premonition: The Director’s Cut vede come protagonista l’agente speciale dell’FBI Francis York Morgan impegnato nelle indagini per l’omicidio di una giovane donna nella città di Greenvale. Qui, i giocatori dovranno risolvere un mistero e riuscire a sconfiggere l’assassino e le creature soprannaturali che vi abitano.

La storia è quella originale, ma le novità sono molte, tra cui la grafica HD, un sistema di controllo aggiornato, una nuova ambientazione del game director, Hidetaka “Swery” Suehiro, e contenuti scaricabili per aggiungere nuovi misteri una volta completata la campagna principale.

Deadly Premonition: The Director’s Cut rappresenta sia un gesto di affetto verso i fan che hanno da sempre sostenuto il gioco, sia una splendida opportunità per i giocatori che si accostano al gioco per la prima volta. Grazie alle varie novità, il team è convinto che i vecchi giocatori potranno gustarsi nuovamente Deadly Premonition come se fosse la prima volta e i nuovi scopriranno un’esperienza narrativa unica.

I commenti sono chiusi.

10 Commenti

  • Detiene il Guinness World Record di cosa? Cos’è una presa in giro?

  • JACKSPARROW84

    Deadly Premonition, known as Red Seeds Profile, holds the Guinness World Record of “Most Critically Polarizing Survival Horror”

  • giocato all’epoca. titolone pieno di atmosfera, trama coinvolgente e cose da fare.
    consiglio: non fatevi spaventare dalla grafica ma guardate ai contenuti, ne è ricchissimo.
    di atmosfera thriller-horror ne ha più questo titolo di resident6.

  • Ottimo! Questo lo aspettavo da parecchio 😀

  • Lone-Deathster

    Questo aborto di gioco doveva rimanere dove merita, su Xbox.

  • “questo aborto di gioco” è il commento più stupido che abbia mai letto. Grafica e gameplay arcaico a parte, questo “aborto” cme lo chiami tu è quello che un vero fan dell’horror vuole. Altro che resident evil, altro che silent hill downpour. Questo è un gioco con una grafica comparabile a quella della prima xbox se non di ps2 e allora? Tu alla ps2 o alla xbox non giocavi? Il gameplay è un po’ arcaico, un po’ macchino, diciamo pure non eccelso e solo discreto ma lo sono anche molti giochi di oggi con una grafica super pompata. Quello che eccelle in questo titolo sono le atmosfere, la trama, la narrazione. Molti “vecchietti” ricorderanno Twin Peaks. Ecco ora potete giocarci.

  • Siete liberi di non farvelo piacere ma aborto o gioco orrendo o schifo o quel che diavolo vi pare solo perché non apprezzate una grafica inutile (come inutile lo è in un minecraft, in un echocrome, in un tetris) od un gameplay molto abbozzato (unica vera pecca possiamo dire ma che cmq basta saperlo prendere per quello che è, lo ricordo) mi da decisamente fastidio. Mi fa più schifo un call of lolly, un medal of horror, un PES (co quei dementi dei club dogo magari ahah), un Need for spiedo, sempre la stessa roba da anni.

    Questo che è appunto un gioco vecchio stile (ma vecchio di brutto) giocabile però su console nuove per chi le console vecchie non le possiede più, sinceramente è come fosse aria fresca, anzi facciamo aria condizionata 😛 e l’unico problema di questo gioco è il prezzo comunque troppo alto anche fosse budget a 40 euro. Solo questo almeno per me. Quindi ecco, ripeto per concludere sto poema. Giocateci e fatevi rapire dalle assurdità delo story telling e dall’ombra dell’assassino oppure non ci giocare ma non scassateci con sti commenti privi di simpatia solo per grafica e gameplay un po’ datati.

  • Siete liberi di non farvelo piacere ma aborto o gioco orrendo o schifo o quel che diavolo vi pare solo perché non apprezzate una grafica inutile (come inutile lo è in un minecraft, in un echocrome, in un tetris) od un gameplay molto abbozzato (unica vera pecca possiamo dire ma che cmq basta saperlo prendere per quello che è, lo ricordo) mi da decisamente fastidio. Mi fa più schifo un call of lolly, un medal of horror, un PES (co quei dementi dei club dogo magari ahah), un Need for spiedo, sempre la stessa roba da anni.

  • Questo che è appunto un gioco vecchio stile (ma vecchio di brutto) giocabile però su console nuove per chi le console vecchie non le possiede più, sinceramente è come fosse aria fresca, anzi facciamo aria condizionata 😛 e l’unico problema di questo gioco è il prezzo comunque troppo alto anche fosse budget a 40 euro. Solo questo almeno per me. Quindi ecco, ripeto per concludere sto poema. Giocateci e fatevi rapire dalle assurdità delo story telling e dall’ombra dell’assassino oppure non ci giocare ma non scassateci con sti commenti privi di simpatia solo per grafica e gameplay un po’ datati.

  • La storia del Guinness World Record non la sapevo ma direi che lascia il tempo che trova XD Ad ogni modo sì, ricordo che aveva atmosfere lugubri e davvero horror… la trasposizione non ufficiale di Twin Peaks in pratica, pietra miliare del resto citata da XES.
    Faccio solo un appunto: nell’articolo potevate degnarvi di mettere una qualche immagine di questa riedizione PS3, giusto per capire a che livello siamo. Anche se comunque, sembrerà strano ma non è affatto il mio genere 😛