Tales of Xillia – intervista: il GdR di Namco Bandai si fa sempre più grande

1 0
Tales of Xillia – intervista: il GdR di Namco Bandai si fa sempre più grande

Lead screen Xillia

Buone notizie per chi ha avuto modo di apprezzare il vastissimo GdR giapponese di Namco Bandai Tales of Graces F uscito lo scorso agosto: il suo immediato successore, Tales of Xillia, uscirà in esclusiva per PlayStation 3 nel 2013.

Dopo aver provato per circa un’ora la versione originale giapponese del 2011, possiamo affermare che il tredicesimo titolo apporta all’amatissima e longeva serie diverse interessanti innovazioni. Lo scorso mese, a Tokyo, siamo andati a trovare il produttore Hideo Baba per sapere che cosa esattamente devono attendersi i fan da questo nuovo titolo.

41271TOXi_3041267OP_Jude Retake_0631

Quali sono le principali innovazioni della serie Tales rispetto all’ultimo titolo, Tales of Graces?
Hideo Baba: In Xillia ci sono molti nuovi elementi, ma quello che mi preme sottolineare è il sistema di combattimento che è completamente nuovo e molto migliorato rispetto al titolo precedente. Anche la rappresentazione del mondo di gioco e l’atmosfera che vi si respira sono cambiati. Nei giochi precedenti i personaggi erano deformati e risultavano molto bassi: in Xillia invece il team ha cercato di restituire ai personaggi le giuste proporzioni in modo da renderle realistiche in confronto alle dimensioni gigantesche del mondo. Adesso il giocatore può davvero percepire la grandezza del mondo.

Ci dia dei punti di riferimento, quanto è grande Tales of Xillia?
Hideo Baba: Beh, dipende dal giocatore. Il gioco prevede due personaggi principali: se si affronta tutta la storia da entrambi i punti di vista, il gioco durerà più di 100 ore.

9088Jude_illustration_fix9089Milla_illustration_fix

Xillia è uscito in Giappone più di un anno fa, mentre per Tales of Graces F ci sono voluti 18 mesi prima che uscisse in Europa. Riuscirete a ridurre i tempi di localizzazione per i futuri titoli di Tales?
Hideo Baba: Riconosco l’importanza di pubblicare la versione occidentale il prima possibile dopo l’uscita giapponese, ma ci sono scene che risultano difficili da descrivere in altre lingue. È una vera sfida riuscire a localizzare e trasmettere appropriatamente i sentimenti che permeano il gioco al pubblico occidentale. Mi piacerebbe provare un nuovo metodo di localizzazione: magari potremmo realizzare le sequenze cinematiche in parallelo alla traduzione per abbreviare i tempi.

Molti membri della comunità PlayStation gradirebbero avere la possibilità di giocare con la voce originale giapponese. Avete preso in considerazione questa proposta?
Hideo Baba: Ricevo tantissime richieste del genere dal pubblico occidentale, ma realizzarla è davvero difficile per diverse questioni legate all’azienda e agli attori. Comunque non la escludo completamente..

IMG_4562

I commenti sono chiusi.

1 Commento

  • di una futura versione con sottotitoli in italiano si sa qualcosa??
    perché non è che faccia proprio schifo in inglese ma non riesco a gustarmi un gdr se devo tradurmi ogni singola frase, non riesco ad “immergermi” nel gioco e mi annoio…….