Panoramica Mappe Multi Giocatore SOCOM: Forze Speciali.

0 0
Panoramica Mappe Multi Giocatore SOCOM: Forze Speciali.

Ciao a tutti! Ci parla Chris Roper – Community Specialist, Zipper Interactive

Una cosa che ha sempre contraddistinto il marchio SOCOM è il fantastico design delle mappe, e SOCOM: Forze Speciali prosegue la tradizione, fornendo una grande quantità di campi di battaglia per un massimo di 32 giocatori. Per dare uno sguardo alle campagne che sarete in grado di giocare abbiamo messo insieme dei video di ogni mappa fornita con SOCOM: Forze Speciali, e come bonus aggiuntivo, abbiamo incluso le osservazioni da parte del designer e degli artisti che le hanno create.

Clicca sul nome delle mappe per vedere i video.

Cesspool
Cesspool è ambientata in uno slum del Sudest asiatico e nel degradato ambiente urbano circostante. Abbiamo tratto ispirazione dalla missione campagna Means to an End (e da una scena o due del film Incredible Hulk), e soprattutto abbiamo voluto ricreare la sensazione di trovarsi in un labirinto, proprio come si avverte nella maggior parte delle baraccopoli del mondo reale. Questo è stata in realtà la seconda mappa multiplayer per SOCOM: Forze Speciali (la prima mappa costruita purtroppo non uscirà mai).
– Christian Sadak, Designer


Sacrifice
Sacrifice è una mappa che è stata assemblata tenendo in considerazione l’ elemento verticalità. Verso la fine della produzione abbiamo passato in rassegna tutte le nostre mappe multiplayer. Sacrifice era pronta al 70 per cento e in origine era ambientata in una grande vallata. Sembrava troppo simile alla precedente mappa nelle rovine “Abandoned”, e in generale era piuttosto piatta. Dopo più test abbiamo deciso che non funzionava, e abbiamo dovuto fare un reset completo. Abbiamo deciso di ripartire rimescolando i vari elementi e cercando di esaltare l’aspetto verticale nel nuovo layout. Dopo alcune settimane di ri-assemblaggio siamo arrivati ​​con il livello di gioco sul lato di una scogliera. L’aggiunta di questo elemento verticale ha davvero cambiato il gameplay, non solo i giocatori devono guardarsi ai lati, ma anche dal fuoco che proviene dall’ alto. Guadagnare l’altura per difendersi è la chiave per la vittoria in questa mappa.
– Chris Miller, Artist


Bale Out
Un cortile del tempio in questo villaggio nella giungla ospita un deposito di approvvigionamento, affiancato su entrambi i lati da ruscelli e da gruppi di capanne su palafitte, mulini a vento e silos di riso. Un convoglio di venti camion in fase di stallo lungo la strada sterrata che attraversa il villaggio. Le strade desolate, i camion e gli animali abbandonati anticipano l’imminente lotta per il controllo. Il tempio centrale resta al centro della contesa per le sue opportunità di rifornimento.
– Chris Donovan, Artist


Outpost
Outpost è ambientata in un avamposto militare di supporto, ed è basata sui livelli di “Uninvited Guest” e “Countdown”. Inizialmente era molto più grande e includeva elementi militari più complessi (aeroporti, batterie di artiglieria, ecc), ma è stato ridimensionata in quanto volevamo che SOCOM: Forze Speciali includesse mappe più contenute (come Desert Glory o Notte Stalker). Un consiglio è quello di giocare solo con fucili e bombe a mano e lasciare che il caos dilaghi!
– Christian Sadak, Designer


Von Heine Express
Von Heine Express è la più grande mappa di SOCOM: Forze Speciali, creata principalmente per i giocatori in cerca di combattimenti a medio- lungo raggio. La linea ferroviaria che passa per il centro della mappa crea il percorso più breve, mentre le grandi aree su entrambi i lati delle piste sono ottime per avvicinarsi alle postazioni nemiche. I grandi spazi però creano l’ ambiente ideale per i cecchini, e quindi bisogna sfruttare al meglio le rocce e la vegetazione per non restare scoperti in questa missione.
– CJ Heine, Designer


Assault & Battery
Assault & Battery porta davvero i giocatori nella giungla. La sua natura selvaggia, ricoperta di vegetazione fitta incoraggia i giocatori ad agire furtivamente; padroneggiare questo stile di gioco sarà sicuramente vantaggioso. In alcune modalità di gioco i giocatori possono rischiare la scalata alla torre centrale per accedere al fucile BXM 500 da cecchino – una grande ricompensa per chiunque abbia voglia di esporsi a una minaccia a 360 gradi. Il layout aperto di Assault & Battery può risultare ostico per i meno esperti, ma tenersi nascosti nei cespugli e cercare di restare il più possibile coperti è la chiave per avere successo sul campo di battaglia.
– Chris Miller, Artist


Rush Hour
Situata su una superstrada sopraelevata pesantemente danneggiata, Rush Hour è una mappa veloce con percorsi ben definiti. I più audaci possono spingersi fino al cavalcavia sbriciolato in pieno centro della strada. I sovrappassi forniscono diversi percorsi per gli approcci strategici. Le finestre infrante e gli infissi fatiscenti danno accesso all’ interno di edifici abbandonati perfetti per la strategia difensiva o per operazioni di ricognizione stanza per stanza.
– Chris Brockett, Designer


Port Authority
Port Authority si svolge in un cantiere navale e in giro per un bacino di carenaggio. Abbiamo tratto ispirazione dai cantieri navali e bacini di carenaggio di New York City (in particolare da una foto specifica). Questa mappa ha un sacco di aree utili per il cecchinaggio e l’ avvistamento che possono essere raggiunte solamente arrampicandosi e saltando.
– Christian Sadak, Designer


Abandoned
Abandoned non dovrebbe essere una novità per chi ha giocato a SOCOM fin dall’inizio. Questa mappa MP è presente fin dall’inizio della serie, ed è stata ridisegnata per SOCOM: Forze Speciali. Mentre l’ aspetto è un po’ diverso, abbiamo fatto dei grandi sforzi per mantenere completamente intatto il layout. Originariamente pubblicato su SOCOM uno e divenuta ben presto una delle preferite dai fan, è tornata in SOCOM 2 in versione rivisitata. Ora siamo tornati alle origini. E’ un po’ che i giocatori conoscono questa mappa, e in tutto questo tempo gli elementi naturali l’hanno modificata. E’ davvero molto cresciuta e ancora più “abbandonata”.
– Chris Miller, Artist