Raccolta Fondi per lo Tsunami in Giappone su PlayStation Network

29 3

Come potete immaginare l’immane catastrofe che ha sconvolto il Giappone ha colpito in modo diretto tutti noi che lavoriamo in Sony PlayStation. Il nostro presidente Andrew House si è fatto portavoce dei nostri sentimenti e rivolge a tutti gli appassionati una richiesta di aiuto e solidarietà.

È passata più di una settimana da quando il violento terremoto e lo tsunami hanno colpito il Giappone, con un bilancio di migliaia di vittime e centinaia di migliaia di sfollati. Col supporto e il sostegno della comunità globale, gli abitanti del Giappone si apprestano a iniziare un lungo processo di ripresa.

Sony Computer Entertainment ha la sua sede centrale a Tokyo, pertanto i nostri amici e colleghi ci hanno fornito testimonianze in prima persona dell’impatto di questo disastro naturale. Probabilmente osservando il succedersi di questi tragici eventi dall’Europa ti sei chiesto: “In che modo posso aiutare?”

Sony Corporation supporta la ripresa tramite donazioni di denaro e di altre apparecchiature per agevolare i soccorsi. Oggi ti diamo la possibilità di dare il tuo contributo a sostegno delle vittime del terremoto e dello tsunami tramite un mezzo che conosci bene: PlayStation Network.

Puoi effettuare donazioni di € 2, € 5, € 10 o € 20 dal tuo portafoglio su PlayStation Store. Partecipando all’iniziativa potrai scaricare gratuitamente il tema Alba con ciliegi per PlayStation 3. Se non possiedi una carta di credito, puoi contribuire comunque con una donazione dal tuo account di PlayStation Network.

Ci teniamo a sottolineare che i contributi saranno interamente devoluti alla Croce Rossa Britannica, parte del Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa Internazionale – Raccolta fondi per lo tsunami in Giappone. La totalità dei fondi raccolti servirà a supportare i soccorsi e le operazioni di recupero, fra cui l’invio di personale, viveri e contributi finanziari.

Numerosi gamer hanno un legame speciale col Giappone, nonostante non ci siano mai stati di persona. L’ingegnosità e l’innovazione di questo Paese hanno plasmato il settore videoludico e la sua cultura e il suo stile si sono diffusi in tutto il mondo.

Ti invitiamo a unirti alla nostra iniziativa per aiutare il popolo giapponese in questa situazione di emergenza. Insieme, possiamo dare un contributo significativo ai soccorsi.

I commenti sono chiusi.

29 Commenti

3 Risposte dell'autore

  • Fino a quando ci sarà questa raccolta? Perchè io sul portafoglio ho solo 1€ 🙁 e la carta ricaricabile non la carico adesso ma settimana prossima, Maurizio fammi sapere!

  • 10€ donati con molto piacere 😉

  • Aggiunto 10 euro,bella iniziativa.

  • Un iniziativa splendida mi congratulo con la sony!

  • Donato un paio di giorni fa.
    E’ il minimo che tutti noi dovremmo fare 🙂

  • 10 euro donati, anche se volevo darne 20.. amo il giappone e spero che si rimeta in freta..

  • anche io partecipo con 10 euro!brava sony e coraggio giappone vi siamo vicini!

  • E’ difficile fidarsi di una multinazionale quando si parla di denaro ma se davvero questi soldi verrano devoluti alle vittime allora un grande grazie alla sony è d’obbligo.

    • Maurizio Quintavalle

      capisco benissimo il tuo discorso ma ti posso anche dire che la nostra sede principale è a Tokyo e ti garantisco che la nostra azienda è particolarmente legata al Giappone, dove la PlayStation è nata. Non possiamo non sentirci coinvolti nel supportare questo paese in difficoltà.

  • Donati 5 euro…mi sembra il minimo.

  • Lodevole iniziativa, esorto tutti i possessori di Playstation a partecipare.
    Spero che diventi un’abitudine in casi come questo (ad esempio ciò che è successo in veneto recentemente) o magari anche come possibilità di contribuire ad associazioni no profit come Croce Rossa o altri.
    Grazie!
    Diego

  • Donati €10 tramite la mia carta prepagata.

    Lo so che una domanda scontata, ma giusta.

    Tutte le donazioni fatte tramite PlayStation Network vanno in Giappone o c’è una percentuale che si prende Sony?

    Pensare a tutta la sofferenza che sta vivendo il popolo giapponese sarebbe un’insulto che qualcuno ci guadagnasse su questo!!

  • Il giappone ha richiesto aiuto per la gestione delle centrali nucleari. Non ha richiesto fondi, nè ha bisogno di fondi, dato che è un paese molto ricco. Queste raccolte servono solo affinchè terzi ci lucrino sopra. Robby, il tuo presentimento è più che fondato.

  • Io non credo sia vero squalomik. Considera che anche l’Italia è un paese ricco, ma per far fronte ad emergenze vengono comunque organizzate raccolte fondi. E’ successo per l’Aquila, per il Veneto. In America è successo a New Orleans o per il problema nel golfo del Messico. I soldi di solito non arrivano direttamente allo stato ma ad organizzazioni, come la Croce Rossa o altre onlus, che lavorano nelle zone del disastro ed aiutano direttamente la popolazione colpita.
    Che poi si debba vigilare sulle speculazioni è d’obbligo, ma questa è un’altra storia.

  • io la penso esattamente come squalomik senza voler accusare sony però…i giapponesi sono un popolo di lavoratori e sapranno cavarsela al meglio anche con i vostri aiuti sempre ke arrivino dove c’è bisogno…scusate ma nessuno può dare la certezza ke ciò avvenga quindi complimenti per l’iniziativa ma chiunque vorrebbe garanzie su che fine faranno realmente i soldi

  • DONATO !!!!!!!

  • io 5€… comunque spero che per colpa di tutti quei disastri, soprattutto radiazioni e tsunami, Sony non debba chiudere per sempre tutte quelle fabbriche che sono state chiuse per colpa di questi..

  • Per fortuna che questo annuncio è stato messo anche sul blog italiano! Grandi! Appena carco la poste pay donerò anch’io!

    P.S. Sul sito del mio clan abbiamo aperto un topic per ricordare alla gente di donare! In più ho modificato l’header in homepage!
    http://i52.tinypic.com/24gk20p.png
    Nel nostro piccolo anche noi possiamo fare qualcosa! 🙂

  • Già fatto l’altro ieri. Sono felice che Sony abbia lanciato quest’iniziativa, offrendoci l’opportunità di dare il nostro contributo a supporto della popolazione giapponese.

    Best of luck, Japan!

  • @SniperLum

    Sony per prima ha donato per il Giappone 300mila yen (più materiale utile come batterie/radio/equipaggiamento), così come Square/Enix e un miliardo di yen è stato donato da Konami. Credo che in questo caso i dubbi tipicamente italiani sulla bontà dell’iniziativa possano essere messi da parte senza problemi 😉

  • Sorry, sono 300 milioni di yes, non 300mila.

  • Io c’ero! Come ho spesso scritto nei commenti, io vivo a Tokyo e il terremoto l’ho sentito bene dal quinto piano del mio ufficio.
    Gia’ venerdi notte ho donato 20 euro e per conto mio qui sto facendo altre raccolte da devolvere alla croce rossa giapponese.

    squalomik, arthur62, siete persone con la testa bacata. Vi pare mai che la Sony “rubi i soldi? Ne ha proprio bisogno?
    I giapponesi saranno anche un popolo di lavoratori ma la loro buona volonta’ non aiuta a metter su intere citta’ rase al suolo, letteralmente scomparse. Non aiuta a sfamare tutti coloro che hanno perso una casa. Perdere una casa vuol dire perdere tutto, anche il ricambio di calzini per l’indomani. Pensate che i negozi per comprarli siano rimasti in piedi? Che tutti avevano i loro risparmi in banca (sempre che ci sia ancora la banca)? Considerate un po in che situazione si trova certa gente e poi aprite bocca.
    PS: mentre vi scrivo qui sotto la terra trema ancora

  • sonoro-san ti ho mai insultato?!?capisco la tua situazione ma non ti puoi permettere di insultare!la pensiamo in modo diverso e come io rispetto il tuo di pensiero tu devi rispettare il mio!non ho detto ke non sia una tragedia questa in giappone ho solo detto ke non credo a queste iniziative e non parlo solo di sony ma anche di tutte le altre aziende ke fanno queste raccolte in ipermercati o via telefono!quelle fatte qui in occidente non sono le stesse ke fate voi direttamente colpiti da questa catastrofe!!!sono testimone io stesso del fatto ke negli ipermercati erano i dipendenti a dividersi i soldi (l’ho visto io)!!!non insultare più x favore

  • Maurizio Quintavalle

    ragazzi, capisco che il tema è serio e quindi c’è grande concitazione nel parlarne, ma vi prego di mantenere un tono pacato 🙂

  • beh, la sony non e’ un ipermercato.

  • @sonoro-san : Andiamo a vedere allora se la sony trattiene qualcosa anche solo per aver “regalato” il tema e poi ne riparliamo. Cmq il succo del mio discorso non era nemmeno quello. La cosa che io volevo sottolineare è che il giappone è un paese straricco, talmente ricco che si è persi la concezione del denaro e tutto costa troppo. Esiste una cosa chiamata “casse dello stato” che servono proprio a mandare avanti il paese. Ti ripeto che il giappone NON HA CHIESTO FONDI SOLO AIUTI SCIENTIFICI PER FAR FRONTE ALL’EMERGENZA NUCLEARE, quindi, se tu (italiano generico) sei un fisico nucleare, vai in giappone e dai una mano piuttosto che dare i tuoi soldi a un paese che ne ha gia troppi.

  • Ah, se servono calzini, c’è la cina vicino. Lì con i soldi che in giappone spendono per comprare un grappolo d’uva, ne compri una cassa di calzini.

  • “Ci teniamo a sottolineare che i contributi saranno interamente devoluti” INTERAMENTE DEVOLUTI significa che non viene trattenuto nulla… E poi continuando la citazione “alla croce rossa britannica” che non è il “ricchissimo” giappone e che non prende soldi da esso.

  • Fatta la mia donazione 🙂

  • il giappone e’ una paese straricchissimo? giovani, questi sono dati datati. Il giappone, come tutti gli altri paesi al mondo e’ stato colpito dalla crisi. Milioni di dipendenti licenziati (aime’) da multinazionali quali Honda, Toyota e Panasonic. Che tu ci creda o no, c’e’ stata una piccola ripresa ma alrimenti le previsioni erano quelle di una seconda “crisi come la grecia”. Il discorso che fai tu, valeva negli anni 90, ai tempi della “bolla economica”… il mondo e’ cambiato… ovunque.
    La cassa dello stato? Beh, il primo ministro e’ stato chiaro: “useremo quei soldi per rimettere in piedi le strutture”
    Ok, e ai cittadini che hanno perso tutto e devono ricominciare una vita da ZERO, chi ci pensa? Qui, non solo la corece rossa ma ci sono una marea di enti privati e non che stanno facendo di tutto per aiutare i sopravvissuti.
    Quando la situazione nucleare sara’ sistemata e ci sara’ la possibilita’, andro’ anche io ad aiutare per quel ceh posso.
    Ti ripeto, la situazione io la sto vivendo di persona perche’ vivo qui, non per “sentito dire”.

  • squalomik, arthur62, State confondendo l’Italia con il Giappone, 2 mentalità completamente diverse.

    Inoltre quando doni sul PSN, viene esplicitamente detto che l’intera donazione è devoluta alla Croce Rossa Britannica per aiutarla e sostenerla nel lavoro che stanno svolgendo.

    E pensate pure che un tema regalato (come ringraziamento), sia troppo costoso per SONY da non poterne sostenere il “dono”?

    Anche io come voi conosco molte storie sul lucrare sulle donazioni (bellissima la storia dei 100$ all’anno da donare ai bambini africani per studiare dopve poi quei poveretti ricevevano solo una matita e un quaderno, storia vera fidati), ma queste sono le solite associazioni Italiane.

    Qui si parla di Giappone, un paese orgoglioso che si basa molto sull’onore……. non si sputtanerebbero così.

    Dal canto mio, ho donato con molto molto piacere, anche se poca cosa rispetto a quanto avrei voluto donare.

    Non vi fidate? Non donate, ma non vi permettete di puntare il dito verso situazioni / iniziative dove voi per primi non conoscete.