Introduzione di John Daly’s ProStroke Golf

3 0

Ciao a tutti! Ci parla Derek Hartin Game Designer, O-Games

Quando gioco c’è una cosa che detesto più di qualunque altra. Più di un ragazzino di 14 anni che ti batte mentre impreca come se stesse facendo una telefonata da ubriaco. Più di chi si apposta per ucciderti non appena ti rigeneri. Anche più di uno che riesce a sconfiggerti premendo tasti a caso.

I trucchi.

Parlo dei trucchi nei giochi. Quando sbaglio, ne prendo atto. Il fatto che il computer rimedi al mio errore non mi gratifica. Pensate se l’IA dei giochi lo facesse sempre per voi. Ogni colpo è un centro perfetto, ogni volta che lanciate la palla segnate la meta, ogni volta che scuotete il controller è un KO. Cinque minuti di divertimento e poi beh, potete anche lasciare da sola la console perché non siete voi che giocate, ma è il gioco che si sta divertendo da solo.

[viddler id=478e54a1 w=545 h=327 playertype=simple]

John Daly’s ProStroke Golf è stato progettato per evitare tutto questo. Quando tirate, la pallina non mira dritta verso la buca. Non cambia magicamente la sua traiettoria a mezz’aria perché il vostro giocatore è un fenomeno. Quando tirate, siete VOI che lo fate: se la colpite bene, la pallina va nella direzione in cui avete mirato. ProStroke utilizza una fisica realistica. Così, se non regolate bene il tiro, la pallina può uscire dal green e finire nella sabbia. Ma che soddisfazione sapere che quando mandate la pallina in buca tirando dal bunker è stato tutto merito vostro, vero? Niente palline teleguidate o colpi speciali, solo abilità e strategia.

Il controllo è tutto e l’abbiamo messo nelle vostre mani, qualunque sia il vostro livello di abilità o sistema di comando preferito. Volete usare un sistema a tre clic? Certo, se preferite così. Personalmente, credo che sia più divertente utilizzare i controlli analogici, perché la risposta sullo schermo è molto più soddisfacente e lo swing è davvero realistico. Perché non adottare la prospettiva del vero golfista, osservando la mazza con la visuale ProStroke? Non solo potete regolare il tiro cambiando posizione come nelle altre modalità, ma potete anche modificare la distribuzione del peso del vostro giocatore mentre tirate! Sono elementi come questo che fanno la differenza tra essere bravo ed essere un campione. Aggiungeteci il controller di movimento PlayStation Move e tirerete come se vi trovaste su un vero campo. E, in un certo senso, è proprio così!

Real GolfReal Golf

Real GolfReal Golf

Tutti i campi presenti nel gioco hanno 18 percorsi completamente giocabili, non delle vedute isolate. In molti altri giochi di golf il mondo finisce dall’altra parte della buca con la quale vi state misurando. In ProStroke, invece, giocherete su una serie di buche adiacenti. Non solo potrete vedere le altre buche a mano a mano che vi avvicinate, ma anche affrontarle come farebbe un vero giocatore di golf. Se pensate che usare un diverso fairway possa essere utile, accomodatevi!

E non stiamo parlando di campi inventati! Abbiamo il Brabazon Course al Belfry, uno dei campi più famosi del mondo e patria spirituale della Ryder Cup. Abbiamo dei campi progettati da alcuni dei più famosi giocatori di golf del mondo: The Shire, progettato da Seve Ballesteros; Dale Hill, progettato da Ian Woosnam; Chart Hills, progettato da Nick Faldo. Abbiamo anche il Mystic Rock, progettato dal celebre architetto Pete Dye, che ospita l’84 Lumber Classic e la cascata John Daly. Tutti questi campi sono stati realizzati a partire da dati telemetrici e abbiamo messo molta cura nel ricreare l’aspetto e le condizioni di ciascun ambiente, anche nelle singole club house e nei tee marker. Le voci melodiose di Sam Torrance e Peter Kessler vi accompagneranno lungo il percorso, informandovi sulle difficoltà e sulle distanze di cui dovrete tenere conto affrontando ciascuna buca.

Naturalmente, vi misurerete con questi percorsi giocando contro uno dei più celebri golfisti del mondo. John Daly, infatti, è una vera forza della natura, capace di colpire con incredibile potenza la pallina dal fairway prima di accompagnarla delicatamente sul green. È il fulcro stesso del gioco e dovrete affrontarlo in diverse sfide in tutti i percorsi se volete trionfare nei tornei. Vi metterà davvero alla prova.

Per quanto riguarda la modalità multigiocatore… beh, è un gioco di golf, giusto? Vorrete di certo sfidare gli amici, e noi ve lo permetteremo. Chiamatene tre, connettetevi e organizzate una bella partita online. Guardate i replay dei tiri dei vostri amici o saltateli, la scelta sta a voi. Se poi volete radunare gli amici davanti alla console, è prevista anche una modalità multigiocatore in alternanza. Il team di sviluppo di Gusto Games mi ha già sfidato!

Con John Daly’s ProStroke Golf siete VOI che controllate il gioco, non il contrario. Siete solo VOI a fare la differenza.

I commenti sono chiusi.

3 Commenti

  • Se dice che è cosi’ simulativo e c’è il Move… credo proprio sia’ un ottimo game. Speriamo in una demo…LoL

  • Emmm… scusa mauri piccolo OT, da oggi non doveva esserci Lara Croft and the Guardian of Light sullo store?

  • maurizio una domanda ma a che punto sono i classici ps one(spyro,resident evil,crash bash ecc…..)ti prego rispondi