Un Garage Pieno di Nuove Caratteristiche di Gran Turismo 5

8 2

Oggi abbiamo un altro prezioso contributo dal blog manager SCEE James Gallagher. Fan di GT5 questo è pane per i vostri denti!

Con la data di uscita del 3 novembre che si avvicina ricca di promesse, la Polyphony Digital non ha timore di rivelarci una serie sorprendente di nuove caratteristiche. Ieri ho partecipato ad una presentazione di Gran Turismo 5 e mi dovrò sforzare di non scrivere un romanzo sulle molteplici novità che abbiamo visto per la prima volta.

La più recente aggiunta alla serie è un editor di piste che consente ai giocatori di generare i propri percorsi basati su un complesso schema di parametri e condividerli con la community. Ci sono quattro temi tra i quali scegliere e una vertiginosa quantità di impostazioni da mettere a punto, tra le quali il numero di giri, la lunghezza della pista, la situazione climatica, la topografia e la velocità dei settori.

C-02_MainMenu


Abbiamo anche visto per la prima volta il kart racing, che, secondo Kazunori Yamauchi, “Cambia completamente il mondo di Gran Turismo”. Yamauchi ha aggiunto che il team era intenzionato a riservare questa caratteristica per Gran Turismo 6 ma, una volta trapelata al pubblico, egli ha deciso di aggiungerla a GT5. La presenza dei kart mostra come la simulazione fisica del gioco sia in grado di gestire le differenze tra i veicoli più leggeri e quelli che scaricano maggiore pressione verso il basso.

PiazzaDelCampo_PDI RACINGKART100_010_1080PiazzaDelCampo_PDI RACINGKART100_002_1080

Uno dei punti più attraenti dal punto di vista visivo ha riguardato la modalità Photo Travel e l’annuncio che supporterà immagini 3D; i presenti sono stati invitati a salire sul palco per indossare un paio di occhiali e vedere con i propri occhi l’effetto. Questa dimostrazione ha messo anche in luce il livello di dettaglio di questa funzione, che consente ai giocatori di aggiustare perfino la posizione delle ruote anteriori e posteriori prima di fare lo scatto perfetto.

La modalità sul quale Kazunori si è soffermato più a lungo è la B-Spec. Probabilmente ne ricorderete la versione presente in Gran Turismo 4. Il padre di GT l’ha presentata affermando che nelle loro intenzioni dovrebbe rappresentare una specie di sequel di Gran Turismo 3 A-Spec su PlayStation 2.

B-04_MainView

“In GT5 siamo stati in grado di realizzare quello che intendevo originarialmente,” ha detto.

Si assume il ruolo di un manager di corse in quello che egli ha descritto come un ‘Racing Simulator RPG’. Si inizia con un pilota e, man mano che si progredisce nel gioco, si può arrivare a controllarne fino a sei. Durante le gare si possono impartire comandi come quello di guidare più aggressivamente o sorpassare, e bisogna costantemente tenere d’occhio dati statistici come il grado di stanchezza mentale e fisica e la tensione del pilota. Differenti piloti hanno personalità uniche ed è possibile osservare le loro performance attraverso un video di qualità fotorealistica.

Questo va ad arricchire quello che i fan di Gran Turismo conoscono come GT Mode, ora denominato GT Life.

E’ stata una presentazione che renderà ancora più impazienti tutti quelli che hanno segnato la data del 3 novembre sul loro calendario. Conoscendo la comunità di GT, dubito che a questo punto si possa aumentare ulteriormente l’aspettativa.

[viddler id=c50b0719 w=545 h=327 playertype=simple]

I commenti sono chiusi.

8 Commenti

2 Risposte dell'autore


    Loading More Comments

    Inserisci la tua data di nascita.