Pubblicato il

Postate le Vostre Domande su Heavy Rain

Noterete un sacco di post su Heavy Rain questa settimana. Non solo il gioco uscirà la settimana prossima, ma il lancio sarà festeggiato con una serata-evento a Parigi. Ci saranno foto e video dell’ evento questa settimana. Ci saranno anche delle interviste con tutti coloro che in qualche modo sono coinvolti nell’ avventura. Avremo David Cage (writer e director), Guillaume de Fondaumière (executive producer), Sam Douglas ( la voce inglese di Scott Shelby ), e Jacqui Ainsley (la voce inglese del personaggio Madison Paige ).

Heavy Rain

Siamo molto interessati a sentire cosa voi vorreste sapere. Quindi scrivete le vostre curiosità nella sezione commenti. Fateci sapere anche se le domande sono per tutti o per qualcuno in particolare . Non preoccupatevi non ci sarà traccia di spoiler nelle interviste. Vogliamo che all’ uscita del gioco la storia sia proprio una sorpresa!!

25 Commenti
0 Risposte dell'autore

la prima domanda(scontata) che si fa di solito è quanto dura il gioco..

———————————————————————-
quando uscirà nn potrò giocarlo visto che 2 giorni fa la mia ps3 mi ha lasciato, maledetto YLOD 🙁 🙁

Domanda per David Cage:
“Intanto complimenti per il coraggio di aver proposto qualcosa di diverso e fuori dagli schemi in un mercato saturo di FPS ed Action. Ecco la domanda: Alla fine siete riusciti a fare quello che volevate con Heavy Rain o c’è stata qualche cosa che vi ha impedito di ottenere ciò che volevate, che vi ha limitato o qualcosa che vi ha impedito di inserire quello che volevate nel vostro prodotto finale?”

Salve, inanzitutto complimenti per il gioco, davvero molto bello, innovativo e coinvolgente!
1)”Siete riusciti a sviluppare un gioco con un impatto visivo impressionante. Pensate che le potenzialità della PS3, possano far ottenere in futuro, risultati ancora migliori”?
2)”Fino a che punto è stata sfruttata la capienza del blu ray disc”?
3)”Quanti DLC avete in programma di rilasciare? Per quante ore aumenteranno l’esperienza di gioco e la longevità in generale”?

Grazie in anticipo e complimenti a tutto il team di Heavy Rain! ho già prenotato la limited edition!!

Domanda per Cage ma anche per gli altri:
1)L’industria videoludica ci sta abituando a prodotti sì di buona/ottima qualità, ma più o meno standardizzati. Voi avete sempre cercato di fare qualcosa di diverso dal solito. Se ci fossero, quali sono i motivi (personali) che vi portano a creare giochi così “strani”?
2)E’ quasi ormai ufficiale che Heavy Rain supporterà il nuovo controller Sony che si interfaccia coi movimenti degli utenti. Ci dobbiamo quindi aspettare un altro titolo (fortunatamente) diverso dal solito dedicato a questo nuovo controller? Se sì, potreste dire qualcosa in più, dato che solo da team “sperimentalisti” possiamo aspettarci degli ottimi risultati quasi sicuramente.
3)Come vi siete trovati con Sony e PS3? Molti programmatori (in passato) si sono lamentati spesso della console Sony. Eppure siete riusciti a sfornare un prodotto pazzesco. Cosa c’è dietro il vostro successo su questa console?
4)Quanto dovremo aspettare per il vostro prossimo capolavoro? 😀

1°: Quanto dura il gioco? (in ore approssimativamente)
2°: La grafica cosa raggiunge? (720p, 1080i o 1080p)???
3°: Richiede l’installazione il gioco??? e se si quanto ne dovrebbe richiedere???
4°: Ci sono per caso scene un pò paurose?

Grazie mille e complimenti per il gioco e l’idea!

Cavalieroscuro 16 febbraio, 2010 @ 20:11
6

Per David Cage:

“In Fahrenheit i personaggi principali,sembra stupido dirlo,potevano correre:in HR l’opzione è stata eliminata,forse per dare al gioco un maggiore realismo.Non trovate però che la scelta è decisamente poco opportuna?Se volessimo attraversare velocemente una locazione dovremmo poterlo fare senza problemi di sorta!”

“Sembra un cliché per tutti i giochi next-generation:è immancabile la scena di sesso fra i personaggi.Che si parli di Mass Effect,Dragon Age o God of War,pare che si voglia accontentare le voglie pruriginose di alcuni giocatori.E’ stato detto che HR raggiunge nuove vette in questo senso,ma perché?Credete che i giocatori abbiano bisogno di queste scene,tanto da renderle più interattive ed esplicite possibili?Alcuni concessioni in questo senso mi sembrano inutili,fini a se stesse.Come commentate?”

Completato Heavy Rain,cosa farete x il futuro,consci del fatto che avete acquisito esperienza sull’hardware SONY,proporrete ancora giochi dalla trama emotivamente forte e dal gameplay originale,o avete in mente qualcos’altro?

Domanda per David Cage:
Signor David Cage, noi tutti siamo sicuri che Heavy Rain sarà un esperienza indimenticabile e pertanto ciò che vorrei sapere non riguarda tanto il gioco quanto la sua vita ludica personale e vorrei chiederle:
Come ha iniziato la sua carriera da “regista” di videogiochi? Come è entrato nel mondo videoludico e quale consigli si sentirebbe di dare ai ragazzi che vorrebbero intraprendere tale professione?

Una sola domanda.. Ho letto che in futuro i controlli di gioco verranno aggiornati per il Playstation Motion Controller (Wand? Arc??), quanto questo influirà sull’esperienza di gioco e sui futuri giochi che pubblicherete?

kill_peppignolo 17 febbraio, 2010 @ 00:39
10

1. Quanto durerà il gioco?
2. Come e stato sviluppare sulla piattaforma ps3?
3. Ci sarà un sequel per Heavy rain?
4. All’infuori dei personaggi sulla demo, nel gioco completo ci saranno altri personaggi?
5. Il gioco sarà a 720p, 1080i o 1080p?

la mia domanda è come fa la gente a complimantarsi per il gioco quando ancora non è uscito e ha solo provato la demo!?!? semmai complimetnatevi per la demo e sperare che il gioco sia della stessa intensità…. ccmq quando comunicherete chi ha vinto il contest di heavy rain?

Domanda:
Non pensate che il sistema di controllo penalizzi tantissimo il gioco.
spesso a causa del repentino cambio di inquadratura ci si ritrova a spingere il personaggio nella direzione sbagliata. Non sarebbe bene copiare il sistema di direzione di God Of War, con sistema di controllo assoluto e non relativo alla telecamera?

redevilsforever 17 febbraio, 2010 @ 01:03
13

domanda per david cage:
da tutte le anteprime,le recensioni uscite nei giorni scorsi la peculiarità che risalta del vostro progetto è la totale immedesimazione che avviene tra il videogiocatore e i 4 protagonisti della storia,e naturalmente nel susseguirsi delle vicende narrate,da questo punto di vista siete riusciti a ricreare pienamente nel gioco quell’immedesimazione e quel coinvolgimento emotivo che vi eravate prefissati all’inizio dello sviluppo?lei più volte a dichiarato che l’idea per la storia di ethan mars le è venuta successivamente ad un vicenda drammatica che ha vissuto in prima persona,fortunatamente risoltasi per il meglio,quanto la sua esperienza personale ha influito sulla creazione della figura e della parte di storia di ethan e sopratutto quanto di david cage c’è nella figura di ethan mars?
a mio modesto parere heavy rain rapresenterà un punto di rottura nel mondo videoludico,il pioniere di un nuovo modo di vedere e creare videogiochi,lei crede che heavy rain possa...

Mostra il commento completo

domanda per david cage:
da tutte le anteprime,le recensioni uscite nei giorni scorsi la peculiarità che risalta del vostro progetto è la totale immedesimazione che avviene tra il videogiocatore e i 4 protagonisti della storia,e naturalmente nel susseguirsi delle vicende narrate,da questo punto di vista siete riusciti a ricreare pienamente nel gioco quell’immedesimazione e quel coinvolgimento emotivo che vi eravate prefissati all’inizio dello sviluppo?lei più volte a dichiarato che l’idea per la storia di ethan mars le è venuta successivamente ad un vicenda drammatica che ha vissuto in prima persona,fortunatamente risoltasi per il meglio,quanto la sua esperienza personale ha influito sulla creazione della figura e della parte di storia di ethan e sopratutto quanto di david cage c’è nella figura di ethan mars?
a mio modesto parere heavy rain rapresenterà un punto di rottura nel mondo videoludico,il pioniere di un nuovo modo di vedere e creare videogiochi,lei crede che heavy rain possa affermarsi coem il capostipite di una nuova era videoludica?
complimenti mister cage e a tutti i quantic dream per l’immenso ed egregio lavoro svolto per heavy rain,personalmente spero che il gioco abbia il successo che si meriti

Gentile signor Cage, mi presento,mi chiamo Massimiliano Coppola e sono un critico cinematografico impegnato a scrivere un articolo sul linguaggio espressivo di heavy rain. Ho avuto modo di provare la demo e le faccio i complimenti per l’ottima sintesi tra narrazione e interazione che è riuscito a raggiungere. Tempo fa in un articolo su R.E. Degeneration mi interrogavo sulla possibilità di poter definire arte un videogioco. Identificata nell’interattività una sorta di immedesimazione terziaria(considerata la prima con la mdp e la seconda con i personaggi) arrivavo alla conclusione che sebben sempre più complessi, ricchi e profondi i giochi viaggiavano su binari diversi dall’arte poichè impossibilitati ad esistere senza il loro fruitore. Oggi comprendo i limiti della mia analisi e l’errore dell’applicare dei parametri appartenenti ad altri mezzi espressivi al mezzo videoludico. Lo spunto per considerare heavy rain una svolta nel linguaggio audio/visivo mi è venuto dal film Avatar di J...

Mostra il commento completo

Gentile signor Cage, mi presento,mi chiamo Massimiliano Coppola e sono un critico cinematografico impegnato a scrivere un articolo sul linguaggio espressivo di heavy rain. Ho avuto modo di provare la demo e le faccio i complimenti per l’ottima sintesi tra narrazione e interazione che è riuscito a raggiungere. Tempo fa in un articolo su R.E. Degeneration mi interrogavo sulla possibilità di poter definire arte un videogioco. Identificata nell’interattività una sorta di immedesimazione terziaria(considerata la prima con la mdp e la seconda con i personaggi) arrivavo alla conclusione che sebben sempre più complessi, ricchi e profondi i giochi viaggiavano su binari diversi dall’arte poichè impossibilitati ad esistere senza il loro fruitore. Oggi comprendo i limiti della mia analisi e l’errore dell’applicare dei parametri appartenenti ad altri mezzi espressivi al mezzo videoludico. Lo spunto per considerare heavy rain una svolta nel linguaggio audio/visivo mi è venuto dal film Avatar di J.Cameron. Tralasciando la magnificenza tecnica del film e la sua trama mi sono chiesto: perchè Cameron decide di abbandonare totalmente il mondo tangibile, spogliando dei riferimenti ontologici perfino molti degli attori? 1/2

Perchè decide di rendere il suo film Avatar di se stesso, immergendo lo spettatore in un mondo tanto realistico quanto dichiaratamente artificiale, avvicinandosi esplicitamente al mondo del videogame? Ma sopratutto: se è vero che il fantastico 3d e gli effetti sbalorditivi affascinano esteticamente, riescono a farlo anche emozionalmente? Per quanto sbalorditivo Avatar non rappresenta, come ci è stato fatto credere, un nuovo modo di percepire il cinema, poichè non prevede un vero coinvolgimento interattivo. Da questo punto di vista ritengo più interessante i passi fatti da Heavy Rain, il coinvolgimento emotivo che il suo gioco regala, signor Cage, rappresenta davvero un passo importante verso quella tanto agiognata immedesimazione terziaria, poichè riesce a darci un’interazione all’interno di una narrazione predefinita al fine di farci provare delle emozioni che davvero riusciamo a sentire nostre. Signor cage, ha mai pensato alla possibilità di creare un’esperienza simile ad heavy ra...

Mostra il commento completo

Perchè decide di rendere il suo film Avatar di se stesso, immergendo lo spettatore in un mondo tanto realistico quanto dichiaratamente artificiale, avvicinandosi esplicitamente al mondo del videogame? Ma sopratutto: se è vero che il fantastico 3d e gli effetti sbalorditivi affascinano esteticamente, riescono a farlo anche emozionalmente? Per quanto sbalorditivo Avatar non rappresenta, come ci è stato fatto credere, un nuovo modo di percepire il cinema, poichè non prevede un vero coinvolgimento interattivo. Da questo punto di vista ritengo più interessante i passi fatti da Heavy Rain, il coinvolgimento emotivo che il suo gioco regala, signor Cage, rappresenta davvero un passo importante verso quella tanto agiognata immedesimazione terziaria, poichè riesce a darci un’interazione all’interno di una narrazione predefinita al fine di farci provare delle emozioni che davvero riusciamo a sentire nostre. Signor cage, ha mai pensato alla possibilità di creare un’esperienza simile ad heavy rain che sia fruibile ad un pubblico in sala(online), immagini se le azioni di ogni spettatore potessero influire sulla trama collettiva…E se la chiave per il vero cinema del futuro fosse nelle sue mani signor Cage…?2/2

PS: sto organizzando una fiera sul gaming in Sicilia, mi piacerebbe sapere le modalità per poterla invitare a partecipare (estendo l’invito anche ai membri del PlayStation Blog e della Quantic Dream)

Massimiliano Coppola

Non le ripeto, ma le reputo importanti o comunque valide curiosità le domande in fatto di grafica (720p/1080p), un possibile sequel, difficoltà o meno sviluppo su play3. A quelle domande, vorrei aggiungere:

1) Sono previsti possibili DLC per il gioco?
2) Il gioco è già nativamente implementato della compatibilità con Arc o dovremo attendere un aggiornamento?
3) ora che è possibile che raggiungerete un grande successo con questo titolo (heavy rain) è possibile che in futuro possano essere realizzati dei porting di Fahrenheit e/o Omikron?
4) che differenza avete trovato tra realizzare grafica di così alto livello per un videogioco e tra i lavori cinematografici?
5) in quale dei due campi vi siete “divertiti” di più?
6) nel 2005 avete annunciato un possibile Omikron 2: esiste ancora questa possibilità oppure è stata abbandonata?
7) per realizzare Heavy Rain vi siete ispirati a qualche film, libro o storia?

continua

8) (spero che questa domanda non risulti uno spoiler altrimenti eliminatela pure) perchè la scelta di un’ambientazione futuristica di Heavy Rain?
9) I personaggi di HR hanno o sono basati su alter ego reali?
10) Quest’ultima non è una domanda ma un’affermazione: ringrazio il team di Quantic dream per aver portato una “ventata di aria fresca” nel mondo videoludico, con questo tiolo che si differenzia dal solito Gdr, sparatutto e così via, proponendo un gioco che va al di là di ogni catalogazione che esiste oggi per i giochi. Dopo Fahrenheit, questo era un titolo che mancava molto alla scena videoludica e che spero appassioni molti videogiocatori. Grazie.

Avete già Pensato ad un seguito?
E magari ad una versione per PSP?

una domanda che son curioso di vedere la risposta:
Si e detto piu volte che HR ha molteplici deviazioni di storia in base alle scelte fatte!! ma questo e veritiero su tutt le scelte che facciamo o ci son solo dei punti cruciali dove realmente avremo a pieno controllo la storia… preché vendendo un video in internet facevano vedere che il giocatore premeva il tasto indicato per fare una determinata azione e da li partiva filmato, e dopo riprovando ma cambiando scelta cliccando un secondo tanto diverso dal prima la storia si evolveva cmq sempre nella stessa direzione!!! avremo tante possibilita?

All’inizio del gioco dovremo impressionare una determinato personaggio?? o continueremo a cambiare personaggio durante la storia???

David Cage:
-Visto il grande successo di Fahrenheit, che ci conferma anche che Heavy Rain sarà senz’altro un capolavoro nel suo genere, ha mai pensato di collaborare con qualche produzione cinematografica per la realizzazione di un film?

1- Crede davvero che Heavy Rain sia un “gioco”, nonostante il gameplay sia fortemente limitato ad alcune scelte imposte dai programmatori attraverso l’uso di vari tasti su schermo e QTE, rendendolo quindi forse più simile ad un film interattivo che ad un vero e proprio videogioco?

2- Non dovremmo vedere, forse, Heavy Rain come un’esperienza totalmente alternativa al mondo dei videogiochi?

Forse è sta già fatta questa domanda ma rifarla non nuoce a nessuno:
1 “Com’è nata l’idea di sviluppare questo gioco?”

sono certo il lavoro per heavy rain sia stato estenuante e da quel che ho potuto visionare dalla demo davvero sbalorditivo…
pensate di evolvere il genere nella struttura del single player, o evolverlo anche alla parte online, creando editor di storie per gli utenti? (stile LBP per i livelli)

domanda spero pertinente: che fine ha fatto “quattro giorni”? e soprattutto il premio che ci spetta?

sul gioco non ho niente da dire… lo aspetto con impazienza!
grazie infinite

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche