Prima volta all’E3

4 0

La prima volta si ricorda sempre, soprattutto quando c’è così tanto da ricordare…

E parlando con un inviato della Rai che vive a L.A. da 20 anni mi sento dire: “finalmente l’E3 e tornato!” Così sono felice che questa mia prima volta corrisponda con un ritorno tanto atteso.

La giornata inizia allo Shrine Auditorium con la conferenza PlayStation: tanti, tanti contenuti. E non c’è tempo per la spettacolarizzazione: Jack Tretton, Kaz Hirai, Kazunori, Kojima… Salgono sul palcoscenico coloro che questo mondo lo conoscono bene, lo amano, lo hanno costruito e continuano a costruirlo. Ma i veri protagonisti sono i prodotti: PSP Go, GT PSP, Metal Gear Solid Peace Walker e molti altri. La lista è lunga e si passa da un gioco all’altro per percorrere una line up decisamente accattivante. L’affascinante Drake ci trasporta, con il suo realismo magico, sulle tracce di Marco Polo, la sala esulta sulle immagini di gioco di God of war III e si smarrisce ben 256 volte con MAG, giocato da 8 membri del team Zipper Interactive in sala + 248 persone collegate da tutto il mondo. Ma quello che più sorprende è il motion controller: oggetti reali che entrano nel mondo virtuale con l’aiuto di PlayStation Eye, con una dimostrazione fatta ad arte, che lascia in bocca il sapore dell’attesa.

Poi di corsa in fiera, per raggiungere la Room 502 A: tutto il prossimo futuro PlayStation in una stanza… E gli ospiti numerosi, a caccia di un intrattenimento in cui il gioco e solo l’inizio.

I commenti sono chiusi.

4 Commenti


    Loading More Comments

    Inserisci la tua data di nascita.