Motorstorm Pacific Rift, primo video

1 0

Come ho detto più volte, non sono un grande appassionato di giochi di guida, ma c’è da dire che definire Motorstorm un gioco di guida sarebbe riduttivo. Il grande divertimento che c’è nel fare a sportellate con gli amici, nello scegliere ogni volta una strada diversa che si adatti alle esigenze del mezzo scelto, rende questo gioco davvero unico nel suo genere. I ragazzi di Evolution Studios sono pronti a portarci di nuovo "off road" con Motorstorm Pacific Rift, trasportando le gare dal deserto della "monument valley" alle splendide isole del Pacifico. E non mancano le novità.

Tra le prime risalta quella della "vegetazione interattiva". Piante, erba, arbusti e alberi non saranno solo elementi sparsi per abbellire l’ambiente, ma avranno anche delle caratteristiche fisiche tali da rendere il percorso più o meno arduo a seconda del mezzo scelto. Se infatti passeremo sopra a degli arbusti con un mezzo pesante, come un tir o un pickup da corsa, non avremo problemi a piegarli sotto le ruote. Le cose saranno diverse se proveremo ad effettuare la stessa manovra con un mezzo leggero, come una buggy o una moto, per cui sarà necessario aggirare l’ostacolo anzichè calpestarlo.

Trovandoci su un’isola del Pacifico, anche l’acqua avrà la sua rilevanza e sarà continuamente presente non solo come elemento decorativo, ma anche come ostacolo lungo il percorso.

Altra novità la presenza del Monster Truck, un veicolo con 4 ruote enormi le cui principali passioni sono quelle di arrampicarsi ovunque e di schiacciare i veicoli più piccoli. Senza dubbio, chi sceglie il Monster Truck non scende in pista solo per gareggiare, ma anche, e soprattutto, per distruggere.

Ultima novità, ma non per importanza, è la presenza, oltre al multiplayer online (stavolta esteso fino a 16 giocatori), del multiplayer offline che offre la possibilità di giocare in 4 simultaneamente con split screen. Insomma, considerando che Motorstorm è al 40% del suo sviluppo direi che ne vedremo delle belle.

I commenti sono chiusi.

1 Commento