Little Big Planet in mostra a Torino

4 0

Abbiamo già parlato diverse volte di questo attesissimo titolo in uscita su PS3, ma lo abbiamo sempre fatto basandoci sempre su filmati o brevi descrizioni. Quello che vorrei fare stavolta, invece, è riportarvi la testimonianza di un mio collega, Alessandro, Public Relation Manager, e appassionatissimo come noi di videogiochi, che ha visto con i suoi occhi Little Big Planet in mostra a torino lo scorso 6 novembre.

Da quando accesi per la prima volta la mia console Intellevision sono passati oltre 25 anni e vi assicuro che di giochi ne ho visti e provati veramente tanti, svariate centinaia direi.

Quello che però ho visto martedì 6 Novembre a Torino è qualcosa di innovativo. LittleBigPlanet va oltre il classico schema videoludico che prevede un inizio ed una fine. Qui esiste un inizio e poi tutto il resto è lasciato alla fantasia ed alla creatività delle persone. Avevo già avuto modo di provare il titolo sia a Los Angeles che a Lipsia ma ogni volta rimango stupito nel vedere come la semplicità riesca ancora a vincere. Nel mondo di LBP chiunque sarà in grado di creare il proprio ambiente, ricco di oggetti o scarno, colorato o in bianco e nero, grande o piccolo insomma come vuole.

Nella sua conferenza, durante View 8, Kareem Ettouney art Director del gioco ha spiegato che non si ricerca la perfezione ma la libertà; la liberta di fare e costruire quello che si vuole da solo o anche in compagnia condividendo con gli altri le proprie esperienze. Non vi sono schemi prestabiliti, ma gli unici limiti presenti nel gioco sono legati alla fantasia del giocatore, fantasia che quindi è alla base dell’esperienza videoludica in LittleBig Planet. Vedere il proprio alter ego cadere dallo skate o dondolarsi su un’altalena fatta con una vecchia scatola di sardine e qualcosa di unico che gratifica le persone nella sua semplice visione, senza ricorrere un punteggio o un obiettivo e senza neanche che ci sia un tempo tiranno.

LBP è unico e il suo unico difetto è che uscirà nel 2008 inoltrato. Intanto godetevi il video che ho rubato in presentazione

I commenti sono chiusi.

4 Commenti

  • beh il difetto non è male 😀 per il resto.. sicuramente è uno dei titoli più innovativi di tutta la next gen… (come qualcun’altro sony del resto tipo EoJ) speriamo bene, un pò vorrei capire bene quanto può essere longevo in termini di divertimento ma è un acquisto obbligato quanto meno per la sua originalità 😀

  • 2008 quanto inoltrato?è il gioco per cui ho comprato ps3, insieme a mgs4

  • Beh il gioco è + che longevo considerando che è praticamente infinito. Basti pensare alle migliaia di oggetti che potranno essere scaricati da internet o creati per essere utilizzati. la sua uscita sicuramente non rientra nei primi mesi del 2008.

  • Grazie Alessandro per la risposta! sono più “tranquillo” allora 😛
    ma i livelli ovviamente potranno essere anche giocati con i propri amici oltre che condivisi?
    ma ci saranno diversificazioni o cmq sarà sempre un creare livelli e giocarli? (seppur infinitamente tra loro combinabili e creabili in base agli oggetti)