Pubblicato il

Da Jordan a Bryant

Ne sono passati di anni da quando Michael Jordan, con quel numero 23 nero su sfondo rosso, faceva impazzire i fans di mezzo mondo, me compreso. Una forza della natura, una sorta di Pelè o Maradona nel mondo del calcio. Quando lo vidi con la mazza da baseball rimasi attonito a fissare nel vuoto. Non ho mai avuto il piacere di allenarlo…con una console.
Infatti, giocando con la PlayStation 3 a NBA 2K7, non ho scelto i Chicago Bulls, troppa nostalgia per il vecchio dream team. Nel video mi vedete alle prese, prima con i Dallas Mavericks e la bomba da 3 di Jason Terry, poi con i Los Angeles Lakers del “nostro” Kobe Bryant, passaggio filtrante del numero 8 e gancio vincente di Chris Mihm dalla lunetta, notate la modalità con cui sono stati realizzati i replay.
Nel post riassuntivo sul Dome, vi avevo già annunciato di un pubblico non più fatto di cartone, ma vigile e attento alle evoluzioni della partita, vedrete gli spettatori andare su e giù per le gradinate a consumare bibite e hamburger!
Mentre in panchina, si incita e si tifa per i propri compagni di squadra.
Che gioco amici!

2 Commenti
0 Risposte dell'autore

mio al lancio…sicuramente…è fantastico…

mio al lancio…sicuramente…è fantastico…

Michael Jordan, con quel numero 23…
23 proprio quel numero… o meglio, quella data.
coincidenze? 😉

Michael Jordan, con quel numero 23…
23 proprio quel numero… o meglio, quella data.
coincidenze? 😉

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche