Celebriamo i 20 anni di Ratchet & Clank 

1 0
Celebriamo i 20 anni di Ratchet & Clank 

Oggi in arrivo il 20th Anniversary Armor Pack di Ratchet & Clank: Rift Apart; altri giochi in arrivo su PlayStation Plus Premium il 15 novembre.

Ratchet & Clank festeggia oggi vent’anni! Qualcuno ha per caso armeggiato con il Grande Orologio?! Già, incredibile a dirsi, ma è tutto vero! Insomniac Games pubblicò il primo episodio della saga nel 2002, segnando l’inizio di due decadi di straordinarie avventure nello spazio, nel tempo e nelle dimensioni. Sin dalle sue umili origini su PlayStation 2, la serie ha dispensato personaggi inconfondibili, armi senza precedenti, una varietà di mondi alieni tutti da ridere e molto altro ancora.

Per questo, a partire da oggi, vogliamo dare il via ai festeggiamenti per il ventennale di Ratchet & Clank (hashtag #Ratchet20), riguardando al passato e… riservando a voi tutti qualche sorpresina.

Partiamo alla grande! Siamo lieti di annunciare che, in onore del #Ratchet20, Ratchet & Clank: Rift Apart riceverà OGGI il 20th Anniversary Armor Pack, che sarà disponibile come aggiornamento di gioco senza costi aggiuntivi.* Il pacchetto include cinque corazze ispirate ai diversi episodi della serie:

  • Corazza Fuoco a volontà, ispirata a Ratchet & Clank: Fuoco a volontà
  • Corazza Olo-Flux, ispirata a Ratchet & Clank: A spasso nel tempo
  • Corazza Cacciatore di tesori, ispirata a Ratchet & Clank: Alla ricerca del tesoro
  • Corazza Predone, ispirata a Ratchet: Gladiator
  • Corazza Clank, per celebrare la spalla migliore di tutti i tempi

Non è tutto. Siamo anche entusiasti di annunciare che altri titoli del franchise Ratchet & Clank sono in arrivo su PlayStation Plus Premium il 15 novembre,** inclusi:

Già su PlayStation Plus Premium:

  • Ratchet & Clank Future: Quest for Booty (PS3)
  • Ratchet & Clank Future: A Crack in Time (PS3)
  • Ratchet & Clank: All 4 One (PS3)
  • Ratchet & Clank: Full Frontal Assault (PS3)
  • Ratchet & Clank: Into the Nexus (PS3)

In arrivo su PlayStation Plus Premium il 15 novembre:

  • Ratchet & Clank (PS3)
  • Ratchet & Clank: Going Commando (PS3)
  • Ratchet & Clank: Up Your Arsenal (PS3)
  • Ratchet & Clank: Deadlocked (PS3)
  • Ratchet & Clank Future: Tools of Destruction (PS3)

Ora che abbiamo “esaurito i convenevoli”, partiamo alla scoperta degli aspetti che hanno reso la serie un simbolo PlayStation negli ultimi 20 anni. Per l’occasione, abbiamo anche invitato degli ospiti!

Ehi, palla di pelo…

Dopo tre avventure draghesche, era giunta l’ora di inoltrarsi in spazi inesplorati, alla scoperta di inedite galassie di opportunità. La premessa era semplice: un alieno con le orecchie pelose e un robottino viaggiano di pianeta in pianeta raccogliendo armi e gadget, e salvando al contempo mondi sull’orlo del collasso. Ed ecco qui Ratchet e Clank! Da una parte, un Lombax con la passione per la meccanica e il desiderio di esplorare il cosmo, abbandonando il suo desertico pianeta, Veldin. Dall’altra, un robot estremamente logico e intelligente, con un cuore d’oro e il desiderio di compiere del bene. Il risultato? Un’improbabile coppia che avrebbe lasciato un’impronta su molti mondi. E nei nostri cuori!


Durante la fase iniziale di sviluppo del primo Ratchet & Clank, nel 2001, stavamo cercando di capire quale taglio dare alla storia. Brian Hastings aveva ideato il concept del gioco. Da quello, avevamo velocemente sviluppato un prototipo. Ma la parte complicata fu elaborare l’approccio comico più adatto.
Considerato che lo humour non è mai stato nelle mie corde, mi affidai a Brian, John Lally e Oliver Wade, che collaboravano al copione, per dare vita a una formula spassosa, ma che non si appoggiasse troppo allo slapstick.
Ricordo quando un gruppetto di noi si ritrovò davanti a un vecchio televisore CRT per rivedere la prima scena animata. Era la pubblicità di Al’s Roboshack, in cui il capitano Qwark (doppiato dal grande Jim Ward) affermava con il suo classico tono irriverente “Non c’è niente di peggio che esaminare una Bestia Blargiana… dall’interno intendo”. Anche se conoscevo il copione a memoria, non trattenni una fragorosa risata. La battuta, la recitazione, l’animazione, la vaga critica sociale… Tutto faceva clic! Per quanto mi riguarda, fu sulla base di quella scena che elaborammo la formula dell’intera serie.


 – Ted Price, Presidente di Insomniac Games

Naturalmente, nei sedici giochi che compongono la serie, abbiamo fatto la conoscenza di un’incredibile sequela di personaggi. Da quell’adorabile canaglia del capitano Qwark al malvagio dottor Nefarious, dal filosofico idraulico alla coraggiosa Talwy. Fino ovviamente a Rivet, la Lombax ribelle che è stata la stella indiscussa dell’ultimo Ratchet & Clank: Rift Apart.

Armi e gadget…

Oltre ai suoi personaggi, Ratchet & Clank è celebre per l’arsenale di armi al limite dell’assurdo! Voglio dire, come dimenticare le fenomenali pubblicità live action dell’epoca PS2? Dal Pecorator di Fuoco a volontà al Discotron di Armi di distruzione, lo scontro a fuoco è sempre stato un elemento chiave dell’esperienza di gioco. Per non parlare dei gadget che hanno segnato le varie avventure. Lo Swingshot! L’Eli-Zaino! I Grindscarponi! L’Olo-travestimento! L’Idrodislocatore! I Magnescarponi!

Vent’anni sono parecchio tempo, in cui abbiamo progettato, potenziato e rivoluzionato decine di armi. Blaster, cannoni, lame, armi da mischia, da lancio, morforaggi, lanciarazzi, martelli e chiavi inglesi… Non manca niente! E ovviamente, negli anni abbiamo prestato ascolto alle opinioni del pubblico per capire quali fossero le più amate (spoiler: segue commento in basso!).


“Ricordo la prima volta che ho eseguito un salto su half-pipe sull’hoverboard, mentre mi trovavo su un mondo sferico, e ho visto il piccolo pianeta che si allontanava sotto di me. Eravamo nel pieno dello sviluppo del primo Ratchet, e fu uno di quei momenti in cui pensai: “Wow, stiamo creando qualcosa di speciale!”. Peraltro, i mondi sferici si rivelarono straordinari al punto che… decidemmo di tenerli per il seguito.
Due altri momenti da ricordare? Primo, quando aspirai un intero nido di squali della sabbia con il Cannone a Risucchio e poi li sparai l’uno contro l’altro. Secondo, la prima visita a Metropolis, su Kerwan, quando si attraversa il tunnel e poi la città, costellata di auto volanti, si staglia davanti al giocatore. Ma ci sono centinaia di altri momenti indimenticabili che potrei citare solo nel primo gioco. Il primo anno, in questo senso, fu magico, perché ogni giorno qualcuno ideava qualcosa di nuovo e incredibile.


– Brian Hastings, Direttore strategia creativa di Insomniac Games

…fuori dal mondo!

Per un’avventura grande c’è bisogno di un pianeta grande. O meglio, di molti grandi pianeti! Dalla sconfinata skyline di Metropolis ai melmosi covi pirata dell’isola di Hoolefar, ogni millimetro di queste ambientazioni ha riservato bolt da raccogliere, gadget da sbloccare, armi da acquistare e segreti da scoprire. Esteticamente, siamo passati dai maestosi Battleplex di DreadZone alle aree industriali Megacorp di Fuoco a volontà, fino ai lussureggianti resort tropicali di Pokitaru. E ogni mondo, con il suo stile senza precedenti, ci ha spinti a continuare a esplorare!


“Sono entrata in Insomniac durante lo sviluppo di Ratchet & Clank: Fuoco a volontà per PS2. Al tempo, a ogni asset assegnavamo un numero, non c’erano lettere nei titoli.  Quindi i grafici, come riferimento interno, stilavano lunghi elenchi di numeri con le descrizioni delle singole risorse.
Quando volevamo condividerne una, si chiedeva al grafico il relativo numero, oppure si doveva ricorrere alla fotocopiatrice per fare una copia dei loro elenchi.  I designer, nel frattempo, creavano le mappe dei livelli su Illustrator, che gli artisti stampavano su questi grossi rotoli di carta, da usare come riferimento per la creazione dei livelli stessi. I bozzetti venivano realizzati a mano e affidati ai grafici in quel formato. Inutile dire che le scrivanie erano sommerse di carta, sebbene al tempo modellassimo in 3D.”


– Jacinda Chew, Art director senior di Insomniac Games

In Ratchet & Clank: Nexus, il team ha esplorato ambientazioni più “oscure”, da un orfanotrofio infestato a una stazione spaziale distrutta, per dare al gioco una sua identità. Visivamente, Nexus è uno dei miei episodi preferiti, considerato questo inedito approccio estetico!

Ci vediamo un olo-film?

PlayStation 2 garantì nuove funzionalità rispetto al primo modello della console. Tra queste, c’era la possibilità di creare scene di intermezzo che rivaleggiavano con i lungometraggi dell’epoca. Negli anni successivi, il nostro team di animazione elevò decisamente gli standard, riuscendo a combinare egregiamente game design e narrazione. Non ci credete?

Per noi, l’animazione è sempre stata il fulcro della narrazione e del gameplay. Le scene finali di Ratchet & Clank: A spasso nel tempo sono una dichiarazione d’intenti, al riguardo. Un ottovolante di emozioni in forma animata, che lasciarono persino molti del team in lacrime!

Celebriamo i 20 anni di Ratchet & Clank 

Più recentemente, il remake del 2016 del primo gioco ha mostrato chiaramente la nostra evoluzione, mettendo a confronto diretto la grafica originale e quella moderna. In termini di animazione, è stato un netto salto di qualità, a dimostrazione dell’esperienza maturata in anni di Ratchet & Clank.


“Storia dello “screenshot che scosse il mondo intero…
Nel dicembre 2014, alcuni giorni prima della chiusura festiva degli uffici, ricevetti un’email da uno dei nostri producer europei di SIE. L’oggetto recitava “Aggiornamento tappa di sviluppo”. Nel testo, c’era un singolo punto interrogativo.
È esattamente quello che ti aspetteresti da un producer appena prima di una tappa di sviluppo. Soprattutto considerata l’importanza della fase a cui stavamo lavorando: il nostro primo playtest per Ratchet & Clank su PS4.
La build includeva i primi livelli. Ma, ancora più importante, conteneva alcune scene del film combinate con le sequenze animate in sviluppo per il gioco. Per la prima volta, avremmo capito se la nostra rivisitazione delle origini di R&C avrebbe riscosso il consenso dei giocatori.
Visto che ci avvicinavamo alla data di consegna, avevo un milione di questioni da chiudere, quindi risposi ironicamente al producer con uno screenshot che recentemente circolava in ufficio:

– Quote Author

“Inizialmente, lui pensò che per scherzo gli avessi inviato un’immagine del film. Poi valutò che si trattasse di una scena animata precalcolata. Alla fine, tuttavia, comprese che era un fotogramma estratto dal gioco in versione PlayStation 4.
Il producer rimase talmente sbalordito che inoltrò l’immagine ad altre persone di SIE Europe, che a loro volta lo inoltrarono ad altri ancora. Presto, si diffuse la notizia che Ratchet & Clank (2016) non era un remaster, ma qualcosa di completamente nuovo.
RCPS4 sarebbe diventato il nostro più grande successo degli ultimi anni. E avrebbe riportato in auge la serie di Ratchet & Clank nella community PlayStation!”


– Shaun McCabe, Direttore della tecnologia di Insomniac Games

Avanti veloce fino al giugno 2021. Il nostro ultimo episodio, Ratchet & Clank: Rift Apart, definisce un nuovo standard per la saga, offrendo scenari spettacolari, scene commoventi e combattimenti sempre più immersivi grazie alla potenza di PlayStation 5. Qui potete leggere la mia sfrontata analisi delle impeccabili animazioni di Ratchet & Clank: Rift Apart!

E con questo, si chiude la nostra retrospettiva. Speriamo di aver suscitato il vostro interesse sul 20th Anniversary Armor Pack, in arrivo oggi per Ratchet & Clank: Rift Apart. E che questo vi inviterà a riscoprire alcuni dei nostri classici inclusi in PlayStation Plus Premium. Da Insomniac Games, un ringraziamento per aver fatto parte della community di Ratchet & Clank in questi ultimi venti anni. Come sempre, saremmo entusiasti di leggere i vostri ricordi relativi alla serie. Ricordate di menzionarci sui social (@insomniacgames) e di usare l’hashtag #Ratchet20 per celebrare questo ventesimo anniversario!

E non perdete l’ultimo episodio della saga, Ratchet & Clank: Rift Apart, disponibile ora su PS5! Episodio che da oggi include un 20th Anniversary Armor Pack gratuito con cinque nuove corazze ispirate ai precedenti capitoli!

*L’aggiornamento v.1.004 richiede un collegamento a Internet.

**La disponibilità dei giochi varia in base alla regione. PlayStation Plus si rinnova fino alla cancellazione. Si applicano limitazioni di età. Termini completi: play.st/PSPlusTerms.

Unisciti alla conversazione

Aggiungi un commento

Non essere inappropriato!

Sii gentile e costruttivo.

1 Commento


    Loading More Comments

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Politica dei commenti (apri in una nuova scheda)

    Inserisci la tua data di nascita.