Il Blog Italiano di PlayStation

EVE: Valkyrie sfrutta i sensori di PlayStation VR per dare vita a fantastici combattimenti spaziali

1 0
EVE: Valkyrie sfrutta i sensori di PlayStation VR per dare vita a fantastici combattimenti spaziali

CCP ci spiega come uccidere con lo sguardo

Un caloroso benvenuto a tutti i fan di PlayStation pronti a entrare nel mondo della Realtà Virtuale con PlayStation VR! Fin dall’inizio, il team di EVE: Valkyrie ha voluto creare un’esperienza di gioco unica, pensata appositamente per quest’incredibile tecnologia emergente. È un modo totalmente nuovo di giocare immergendosi nell’azione.

Le nuove tecnologie permettono di ideare funzioni che non possono essere replicate su altri sistemi. Uno dei punti di forza della VR è la capacità di rilevare il movimento e fornire una visuale a 360° totalmente sotto il vostro controllo.

Per sfruttare al meglio questa funzione, abbiamo integrato in Valkyrie un sistema di puntamento missilistico “look-to-lock” per i caccia di classe “Wraith”. Credetemi, la possibilità di scatenare una furiosa pioggia di missili e abbattere un’astronave nemica con il solo sguardo è molto, molto appagante.

Quest’operazione diventa in poco tempo un riflesso naturale. Basta tenere premuto il tasto L2 per far comparire un reticolo di puntamento e muovere la testa per seguire il nemico. Ricordate, potrete guardare ovunque grazie alla visuale a 360°! Fissando un bersaglio aggancerete a esso un missile al secondo, fino a un massimo di cinque missili. Rilasciando il tasto, lancerete una pioggia di missili a ricerca di calore che solo i piloti più abili potranno evitare.

EVE: Valkyrie

Perfezionando quest’abilità, potrete abbattere contemporaneamente bersagli multipli, utilizzando il Cannone Gatling sul muso dell’astronave per abbattere un nemico di fronte a voi, lanciando al tempo stesso dei missili su un suo compagno. Complimenti per il doppio abbattimento, piloti!

Un consiglio molto importante che possiamo darvi per EVE: Valkyrie è questo: muovere la testa è fondamentale per sopravvivere e vincere i combattimenti. Sembra scontato, ma non lo è. Il sistema “look-to-lock” è stato creato per incoraggiare il movimento della testa in PlayStation VR. Dopotutto, abbiamo fissato schermi bidimensionali fin dall’inizio delle nostre carriere di videogiocatori. È naturale che ci si dimentichi di essere in uno spazio tridimensionale…

Ricordo le prove iniziali sul nostro prototipo di EVE: Valkyrie, prima che implementassimo i missili. Non stavamo più nella pelle e volevamo mostrare la demo, così abbiamo fatto provare il gioco ad alcuni ignari programmatori di CCP. Eravamo certi che sarebbero stati presto rapiti da un Deathmatch come non ne avevano mai provati. Invece, siamo rimasti sorpresi nel constatare che tutti erano poco mobili e giocavano in maniera tradizionale. Abbiamo capito subito che dovevamo insegnare queste nuove manovre.

EVE: Valkyrie

Molti sistemi del gioco sono derivati da questi tentativi di far abituare i giocatori all’hardware e fargli capire come muoversi. Il nostro obiettivo era di far riflettere il mondo reale nel gioco e far immergere i giocatori in quest’ultimo, sedendosi direttamente al posto del pilota.

La rapida creazione di prototipi ci ha insegnato molto sul come costruire un’esperienza VR comoda, accessibile ed elettrizzante: questo è solo un esempio di ciò che rende EVE: Valkyrie diverso da qualsiasi altro gioco abbiate provato. Il sogno di volare nello spazio sarà pronto a realizzarsi il 13 ottobre, al lancio di PlayStation VR.

.

I commenti sono chiusi.

1 Commento

  • Un gioco da tenere d’occhio per gli amanti del sci-fi e della saga di CCP.
    A me personalmente l’idea di dover muovermi in continuazione col PS VR mi fa girare la testa solo a pensarci… immedesimazione fin troppo impegnativa ed esigente.