Pubblicato alle 21 dicembre

Fuel Overdose ai nastri di partenza da oggi su PSN

Fuel Overdose tactical 3

Ciao, sono Skander Djerbi, Produttore Esecutivo di Fuel Overdose, titolo in arrivo sul PSN nella giornata di oggi. Con questo post vi spiegherò come e perché abbiamo inserito il fattore strategia nel nostro titolo combat racing.

Se pensate ai combat racing degli ultimi 25 anni, vi accorgerete che tutti seguono più o meno lo stesso percorso: prendete un oggetto e lo usate prima di prenderne un altro, e così via. Quei giochi vi chiedono di concentrarvi sui fattori velocità e mira, ma non mettono davvero alla prova le vostre abilità mentali. Normalmente, le uniche decisioni che dovete prendere sono del tipo “Dovrei usare il missile ora o più tardi?” oppure “Dovrei prendere la scorciatoia pericolosa?”.

Uno degli obiettivi che ci siamo posti con Fuel Overdose è stato quello di creare un’esperienza di gioco più complessa dando ad ogni giocatore la possibilità di costruire la propria strategia di gara e ricompensare le sue capacità di compiere le scelte più giuste.

Le decisioni prese prima e durante la gara hanno un impatto reale sulle vostre chance di vittoria. Il gioco non lascia spazio alla fortuna e le meccaniche di gioco estremamente profonde metteranno a dura prova la vostra abilità di compiere le giuste decisioni al giusto momento.

La scelta da compiere prima della gara è la seguente: selezionate accuratamente il vostro pilota dopo aver vagliato le sue abilità, veicoli e armi per pianificare la vostra strategia. Cercherete di condurre la gara sin dall’inizio o rimarrete nell’ombra e aspetterete fino all’ultimo secondo per superare i vostri avversari? Vi getterete nella foga della battaglia o farete affidamento sulla vostra abilità di guida? Fatevi queste domande prima di andare oltre.

Ma visto che le cose non vanno sempre come ci si aspetta, dovrete adattare la vostra strategia di gara e dovrete provare a volgere i duelli su pista dalla vostra parte. Pesate con cura i pro e i contro di ogni opzione prima di compiere qualsiasi mossa.

Fuel Overdose tactical 1

Ecco un esempio: poniamo che ci sia un veicolo davanti a voi, poco prima del traguardo. In molti combat racing, per far fronte a questa situazione, avete possibilità limitate e finirete per sparargli.

In Fuel Overdose avrete più opzioni. Gli sparerete con la mitragliatrice o col lanciarazzi? Oppure scatenerete un super attacco? Se sì, quale? Ma siete sicuri che attaccarlo sia la mossa giusta?

Non dimenticate che se lo attaccherete riempirete la sua barra Berserk, quindi il vostro rivale potrebbe scatenare contro di voi il suo super attacco. Quindi forse la cosa più saggia sarebbe quella di arpionarlo col vostro gancio e provare a superarlo. Ma se lo farete, sarete un facile bersaglio per le sue mine.

Fuel Overdose tactical 5Fuel Overdose tactical 4

Un altro esempio: come utilizzerete la vostra barra Berserk? Giocherete sulla difensiva e la userete per innescare il vostro scudo quando state per essere colpiti o andrete sull’offensiva scatenando più attacchi speciali possibili?

Probabilmente all’inizio del gioco ignorerete tutte queste domande e vi baserete esclusivamente sul vostro istinto per giocare a Fuel Overdose come qualsiasi altro combat racer. Ma con l’aumentare del tasso di sfida del titolo vi accorgerete che stabilire la giusta strategia è la chiave per il successo (specialmente online).

Qualsiasi sia il vostro piano, ricordate che ogni decisione ha una conseguenza, anche la scelta più ovvia può essere messa in discussione e che talvolta un avversario vi può essere più utile da vivo che da morto…

Divertitevi col nostro gioco!

Ti è piaciuto?

Condividi questo post

Commenti

Ho provato ieri sera la demo di questo gioco e devo dire che i miei timori non erano poi così infondati…
Senza dubbio tra le cose più positive c’è la presentazione curata (in quanti giochi di corse si degnano di mettere una trama almeno un po’ abbozzata?) e la buona localizzazione in italiano. Pregevoli anche i disegni in 2D “Japan-style” dei personaggi che ricordano molto quelli dei classici picchiaduro del Sol Levante (BlazBlue e affini per intenderci) seppur abbastanza stereotipati. Dai beat’em-up il gioco pesca a piene mani pure per quanto riguarda l’introduzione di combo, super e mosse speciali del genere nella fase di combattimento… indubbiamente è coraggioso inserire simili meccaniche in un racing game, peccato che a mio avviso non sia stata realizzato al meglio rendendo tutto fin troppo macchinoso.
Il vero tasto dolente però è la realizzazione tecnica: la grafica è indegna di una PS3, il framerate a volte cala e si blocca un po’ nonostante non ci sia niente che spinga ai limiti la console… anzi.
Per me un esperimento riuscito solo a metà insomma, peccato perché talune intuizioni potevano essere davvero meritevoli ma in generale mi sembra un game ancora acerbo.